Bomba carta al negozio di frutta, danni per 4mila euro

Un ordigno rudimentale ha danneggiato, nella notte, un punto vendita di frutta e verdura nel centro di Melendugno. I carabinieri escludono la matrice estorsiva e scavano nella vita del giovane gestore

Misterioso attentato dinamitardo nella notte a Melendugno, in via Fratelli Longo ai danni di un negozio di frutta e verdura, gestito da un giovane del posto, di proprietà del padre. "Ignoti bombaroli" sono comparsi nel centro del paese intorno alle quattro e mezzo di questa notte. Hanno piazzato con acuratezza una "bomba carta", fabbricata artigianalmente, proprio nei pressi dell'ingresso per poi fuggire, con ogni probabilità, a bordo di un'automobile.

La deflagrazione è stata piuttosto potente, avvertita anche dagli automobilisti di passaggio, che, almeno inizialmente, hanno scambiato l'ordigno con il solito fuoco d'artificio natalizio. In realtà, l'esplosione aveva danneggiato l'ingresso in alluminio del punto vendita e la vetrata in cui era esposta la merce. Il proprietario ha escluso agli inquirenti di aver ricevuto mai visite indesderate con personaggi scomodi e i carabinieri della compagnia di Lecce, guidati dal capitano Luigi Imperatore, battono la pista sentimentale, con qualche incrocio pericoloso da parte del giovane titolare.

Si tratterebbe di un gesto intimidatorio compiuto dalla balorda mano di spiccioli criminali. I militari, già in mattinata, hanno avviato le indagini. Sono state ascoltate alcune persone che avrebbero assistito alle sequenze dell'attentato e sono stati recuperati i nastri di registrazione delle telecamere di alcuni negozi limitrofi al punto vendita, sprovvisto invece di occhio digitale. I danni sono stati quantificati in poco più di 4 000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento