Ignoti mettono fuoco di notte al gazebo di rivendita di piante

E' successo poco dopo le 2,30 a Boncore, sulla strada provinciale 109. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con una squadra da Veglie e i carabinieri per le indagini. Non c'erano fonti d'innesco per un caso accidentale

PORTO CESAREO – Un incendio è divampato nella notte in località Boncore, frazione di Nardò a ridosso di Torre Lapillo, marina di Porto Cesareo. Il rogo ha divorato un gazebo di ferro ricoperto da un telo di plastica e sormontato da un ombreggiante. Di proprietà di un commerciante 45enne di Nardò, il gazebo, era collocato in uno slargo sterrato sulla strada provinciale 109, di fronte all’ingresso dell’Arneo Club, e impiegato per la vendita di piante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le fiamme si sono propagate nella struttura, di circa 10 metri quadrati, attorno alle 2,30 di notte. Sul posto è giunta una squadra di vigili del fuoco da Veglie. Non ci sono dubbi circa l’origine dolosa, anche perché c’erano fonti d’innesco per provocare, eventualmente, una combustione accidentale, né allaccio alla rete elettrica. Sul posto, per le indagini, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Campi Salentina. Al momento s'ingnora il movente. Si sta cercando di capire se in zona vi siano videocamere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento