Botte e insulti ai ragazzini della Comunità “L’Aquilone”: condannato il direttore

E’ di sette anni e mezzo la pena inflitta a Bruno Dollorenzo, accusato di aver creato un clima di terrore nella struttura di Galatina

LECCE - Avrebbe dovuto prendersi cura di quei ragazzini ospiti della Comunità di recupero “L’Aquilone”, da lui gestita. E, invece, Bruno Dollorenzo, 49 anni, originario di Sogliano Cavour, non avrebbe esitato a usare le maniere dure con loro: botte, insulti e umiliazioni sarebbero stati all’ordine del giorno. Di questo rispondeva (maltrattamenti e violenza privata) il direttore della struttura con sede a Galatina nel processo che si è concluso ieri con la sua condanna a sette anni e mezzo di reclusione.

Il verdetto emesso dal giudice Sergio Tosi ha inoltre imposto all’imputato (assistito dall’avvocato Mario Coppola) l’interdizione per cinque anni dai pubblici uffici, il pagamento di 35mila euro per due presunte vittime (parte civile con l’avvocato Paola Scialpi), di 7.500 euro ai Comuni di Galatone ed Aradeo, e di 4mila euro alla sezione di Lecce dell’Associazione nazionale famiglie adottive e affidatarie.

Più alta la richiesta di condanna, a dieci anni, formulata dal pubblico ministero Stefania Mininni, al termine della requisitoria, durante la quale il magistrato ha ripercorso i passaggi fondamentali dell’inchiesta da lei condotta relativa ad episodi avvenuti tra il 2009 e il 2012.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Follie ferragostane: una trentina di soccorsi a ubriachi e rissa a bottigliate

Torna su
LeccePrima è in caricamento