Bottiglie incendiarie su abitazione e b&b dell'imprenditore Marcello Barone

La scoperta è avvenuta all'alba di oggi. Sul posto la polizia con la scientifica per i rilievi. Sono stati acquisiti i filmati di videosorveglianza. Il titolare è molto noto nel Salento per le sue attività, fra cui il caseificio

GALLIPOLI – Due portoni anneriti dalle fiamme, quello dell’abitazione e, accanto, del bed and breakfast, con annesso centro benessere, “Barone Liberty”. E’ successo nel corso della notte a Gallipoli, in via Alfonso Castriota, strada che corre parallela al lungomare Galileo Galilei. La città dormiva profondamente, quando i malviventi sono entrati in azione. Non sembra, infatti, che qualcuno si sia accorto di quanto avvenuto prima delle 6 del mattino, quando è pervenuta una telefonata alla centrale operativa della polizia. A quell’ora stavano per iniziare le prime attività quotidiane, di pulizia delle stanze della struttura ricettiva.

Sul posto, dal Commissariato coordinato dal primo dirigente Marta De Bellis, sono state inviate una volante e la scientifica per i rilievi. L'incendio è stato innescato usando alcune bottiglie piene di liquido infiammabile, ma il danno è stato contenuto. Il fuoco, infatti, non si è propagato all'interno, limitandosi a lasciare vistosi segni su porte, pareti e scale. Tuttavia, rilevante sembra il valore simbolico del gesto, considerando l’obiettivo: il titolare, Marcello Barone, infatti, è un imprenditore molto noto in provincia di Lecce, e non solo. E’ il responsabile dell’omonimo caseificio, la cui sede è sulla provinciale fra Gallipoli e Alezio, gestisce anche una tenuta e fino al 2015, è stato presidente della locale formazione di calcio giallorossa.

Il b&b e l’abitazione, che sorgono in una zona centrale della Città Bella, a pochi passi dal mare, hanno una copertura di videocamere, che non sono state danneggiate e che quindi potrebbero aver immortalato bene gli autori dell’atto intimidatorio. I poliziotti stanno visionando in queste ore le immagini e non si esclude che si possa arrivare nei prossimi giorni a individuare i responsabili.  

Di sicuro, a Gallipoli è stata una nottata tutt'altro che serena anche per via di un altro episodio, una tabaccheria svaligiata praticamente nelle stesse ore da una banda di ladri inseguita dalle forze dell'ordine (ne riferiamo a parte).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento