Bulli rapinano ragazzini nella Villa comunale, ma vengono individuati

Un 34enne e un 26enne, entrambi leccesi, denunciati dalla polizia. Avevano depredato alcuni minorenni di cellulare e soldi

LECCE - Un 34enne e un 26enne, entrambi leccesi, sono stati denunciati per rapina in concorso ai danni di tre ragazzini, tutti minorenni, che domenica si trovavano all’interno della Villa comunale. Un gesto vigliacco, da veri e propri bulli, e anche piuttosto “cresciutelli”, a discapito di alcuni giovani che devono essersi sentiti fortemente intimiditi e che di sicuro sono stati sopraffatti, nonostante un tentivo di resistenza.  

Sul posto l’altro giorni si sono recati gli agenti di polizia delle volanti, che hanno ricostruito la vicenda. I due delinquenti si sono avvicinati ai tre amici e uno di loro ha chiesto, con tono perentorio, di dargli dei soldi. Loro si sono rifiutati, ma quel punto ha tentato di strappare a uno dei tre il cellulare. Non riuscendovi, il complice è intervenuto in aiuto e insieme non oslo hanno sottratto il cellulare e colpito con un pugno in pieno viso un altro dei ragazzini, ma hanno portato via pure 10 euro dal portafoglio.

Subito dopo si sono allontanati, facendo perdere le tracce. Ma le indagini, sulla base di descrizioni e testimonianze, hanno portato a individuarli e denunciarli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Violento schianto sulla 275: vigilante prima finisce con l'auto su un palo, poi si scontra con una vettura

  • Oltre un chilo di cocaina: tre arresti. Carabinieri trovano anche una pistola

Torna su
LeccePrima è in caricamento