“Bunga Bunga elettorale” a Porto Cesareo: condannati ex vicesindaco ed ex assessore

Tre anni e tre mesi di reclusione sono stati inflitti a Greco e Presicce, accusati di aver organizzato festini a “luci rosse” per accaparrarsi il voto di giovani elettori nel maggio del 2011

PORTO CESAREO - Erano finiti al banco degli imputati con l’accusa di aver organizzato festini “a luci rosse” per ottenere consensi elettorali alle amministrative del 2011 a Porto Cesareo. Sfruttamento della prostituzione finalizzato al voto di scambio è il reato per il quale oggi sono stati condannati a tre anni e tre mesi di reclusione Antonio Greco, 56 anni, ex vice sindaco, e Cosimo Presicce di 55, ex assessore comunale.

La sentenza è stata emessa in serata dal giudice Annalisa De Benedictis, alla quale il pubblico ministero Carmen Ruggiero (titolare del fascicolo d’inchiesta e pubblica accusa nel processo), al termine della requisitoria, aveva invocato due anni per Greco e due e mezzo per Presicce.

Stando all’accusa, nel maggio del 2011, gli imputati offrirono incontri hard in un’abitazione in località “Il Poggio”con ragazze rumene a giovani elettori che avrebbero ricambiato il favore votando Greco, in lizza alla carica di consigliere comunale. Questi fu poi eletto consigliere e nominato vice sindaco.

Inizialmente l’inchiesta era più ampia e tirò in ballo altri esponenti politici, sospettati di aver promesso lavoro o soldi in cambio di voti, ma la loro posizione fu stralciata per intervenuta prescrizione del reato.

Gli imputati erano difesi dagli avvocati Riccardo Giannuzzi, Antonio Quinto, Giuseppe Romano, Luigi e Roberto Rella.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento