Cade dalle scale e muore. Ma indagano i carabinieri

Antonio De Paola, 30 anni, di Veglie, sarebbe caduto mentre cambiava una lampadina nella sua casa di Torre Lapillo. E' morto alle 5 del mattino. I militari sospettano un'altra dinamica

Dal racconto del fratello della vittima, subito dopo la caduta, di si sarebbe trattato di un incidente domestico. Antonio De Paola, 30 anni, di Veglie, muratore, è invece deceduto questa mattina alle 5 in seguito ad una brutta caduta dalle scale. Ieri notte infatti si sarebbe rotto le costole cadendo incidentalmente dall'altezza di circa due metri mentre era intento a cambiare una lampadina nella sua casa di campagna a Torre Lapillo, una delle marine di Porto Cesareo. Arrampicatosi sulla scala, l'uomo avrebbe perso l'equilibrio e cadendo sarebbe andato a finire su un muretto, procurandosi ferite di una certa entità.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo ha raggiunto il pronto soccorso dell'ospedale di Copertino accompagnato dal fratello e lì i medici, dopo avergli prestato le prime cure, hanno ritenuto di riservarsi la prognosi decidendo inoltre di trasferire la vittima presso il nosocomio leccese. Sull'accaduto indagano i carabinieri della stazione di Porto Cesareo unitamente ai militari della Compagnia di Campi Salentina. Le ferite riportate non sembrerebbero infatti compatibili con una caduta accidentale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Il passo del contagio ancora lento, ma in provincia di Lecce tre decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento