Condanna annullata, processo da rifare. Gabriele Abaterusso: "Si volta pagina"

Lo ha stabilito la quinta sezione della Corte di Cassazione. L'accusa è di bancarotta per distrazione

A sinistra Gabriele Abaterusso con il segretario provinciale Salvatore Piconese.

LECCE - La quinta sezione della Corte di Cassazione ha annullato con rinvio alla Corte di appello di Lecce la sentenza con la quale Gabriele Abaterusso era stato condannato a due anni di reclusione per bancarotta per distrazione. Insomma, si dovrà celebrare un nuovo processo di secondo grado per stabilire se ci furono illeciti nella gestione del fallimento del calzaturificio "Vereto" di cui era fondatore e amministratore unico.

Il vicesindaco di Patù, che in seguito a quel verdetto dovette ritirare la candidatura per le elezioni regionali, ha accolto con grande sollievo la decisione della suprema corte: "Da oggi si volta pagina con la consapevolezza più forte che mai di aver speso in questi anni tutto me stesso per contribuire a salvaguardare un'azienda, oggi considerata un modello nel settore calzaturiero, che dà lavoro a oltre 150 persone".

"Voglio ringraziare quanti mi sono stati accanto in questo lungo e delicato periodo - ha aggiunto Abaterusso-. Amici e compagni che non mi hanno mai fatto mancare il loro appoggio, la loro stima e che hanno combattuto al mio fianco rinnovandomi costantemente la loro fiducia, nonostante le accuse che mi venivano rivolte. Ringrazio anche gli avvocati, Federico Massa, Marcello Risi e Antonio Borrometi, per l'ottimo lavoro svolto. Non posso dire altrettanto per quanti hanno cercato - invano, pur se con grande dovizia - di strumentalizzare le mie vicende gettando fango sulla mia persona, il mio operato e la mia famiglia".

"L'ultimo ringraziamento - ha concluso il vicesindaco di Patù - va poi alla magistratura, verso la quale, anche nei momenti tristi, ho sempre riposto massima fiducia, attendendo in silenzio quella sentenza positiva che finalmente è arrivata. Adesso non posso fare altro che continuare a lavorare tra i Circoli e le comunità per portare avanti quel grande progetto collettivo che il Partito Democratico intende mettere in atto a tutti i livelli. E lo farò, mosso da una rinnovata energia, anche in vista dei prossimi importanti appuntamenti cui il Pde tutti noi saremo chiamati nei prossimi mesi".

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come annaffiare le piante quando sei in vacanza

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

  • Morto Giovanni Semeraro, il patron che ha portato il Lecce dentro il calcio moderno

  • Due incidenti: un 18enne in codice rosso e una giovane incinta al "Fazzi"

Torna su
LeccePrima è in caricamento