Catturavano anguille con un cogollo, i forestali liberano otto esemplari

A Porto Cesareo, in un bacino in area protetta, scovati e sequestrati rete, zavorre e l'attrezzo, collocati da ignoti

PORTO CESAREO – Per quanto sia un attrezzo da pesca ormai quasi del tutto in disuso, a Porto Cesareo n’è spuntato uno che i carabinieri forestali hanno subito smontato, liberando le anguille che vi erano rimaste intrappolate. Si tratta di un cogollo, usato di solito nelle lagune. Una buona definizione, per capire di cosa si stia parlando, si trova su  “Il giornale dei marinai”. Ovvero, “una trappola con bocca rigida, un braccio di incanalamento ed alcuni ingressi consecutivi troncoconici per impedire la fuga del pesce catturato”.   

Ignoti sono coloro i quali hanno collocato quest’attrezzo - nato nelle valli di Comacchio e poi sdoganato altrove, anche se oggi sempre meno in voga -, presso un canale di collegamento dei bacini, in un’area che ricade nella Riserva naturale regionale orientata  Palude del Conte e Duna Costiera. Zona protetta per definizione. 

Nello specifico, i forestali hanno scovato una rete da pesca di nylon lunga circa 10 metri e alta 1 metro e mezzo, corredata da galleggianti e zavorre in piombo e attrezzata con il già citato cogollo, proprio per la cattura di anguille. Otto erano gli esemplari, ancora vivi, che sono tornati a sguazzare liberai nelle acque dello stesso canale. Tutto il materiale è stato sequestrato.  

Rifiuti, una denuncia a Giurdignano

A Giurdignano, invece, il personale della stazione carabinieri forestale di Otranto ha denunciato B.E., 24enne di Maglie. Risponde di gestione di rifiuti non autorizzata e deposito incontrollato di materiale, consistente prevalentemente in scarti da demolizione, riconducibili alla sua precedente attività. Il quantitativo stimato è di circa 400 metri cubi, su di un’area estesa 800 metri quadrati circa, sottoposta a vincolo paesaggistico e ubicata un fondo. 

FORESTALI 2-2-5

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento