Cercano la droga e trovano anche le armi: guai doppi per un 31enne

Christian Della Torre, di Castrì di Lecce, arrestato dai carabinieri del Nucleo investigativo, che lo tenevano d'occhio dopo aver notato un viavai sospetto di giovani, specie nelle ore serali, davanti casa. Ma oltre a due panetti di marijuana, c'erano anche una pistola e un fucile ad aria compressa

CASTRì DI LECCE – Cercano la droga e in quella casa vi trovano anche altro: una pistola modificata e un fucile ad aria compressa. E per Christian Della Torre, 31enne di Castrì di Lecce, i guai sono doppi. Ad ammanettarlo, la scorsa notte, sono stati i carabinieri Nucleo investigativo leccese.  

Della Torre era finito da diverso tempo fra i soggetti da tenere sotto controllo. Per caso, nel corso di un servizio di prevenzione avvenuto qualche tempo addietro, i carabinieri avevano notato come in un’abitazione ben precisa del piccolo centro di Castrì vi fosse un certo movimento, specie al calar della sera. E avevano avuto modo di scorgere diversi ragazzi, sospettandoli di fare uso di sostanze stupefacenti.

Semplice, allora, intuire come la casa potesse essere stata trasformata in una sorta di piccola centrale dello smercio. Per questo, si è deciso di mettere l’immobile sotto il mirino e di vedere cosa sarebbe accaduto con lo scorrere del tempo. Ieri sera, dunque, l’ennesimo “ospite”, all’uscita, ha avuto una sorpresa: si è trovato davanti i militari, che gli hanno chiesto si svuotare le tasche. Il rinvenimento di qualche grammo di “erba” ha confermato i sospetti. E da lì all’irruzione il passo è stato breve.

DELLA TORRE CRISTIAN-2La perquisizione ha però permesso di scoprire anche quello che forse non s’immaginava. Non solo c’erano circa 700 grami di marijuana, suddivisa in due panetti, ma anche una pistola modificata, calibro 7,65, di fabbricazione slava, completa di serbatoio e sei cartucce, e un fucile ad aria compressa. A carico di Della Torre sono stati sequestrati soldi in contanti per mille e 790 euro, forse incassati proprio spacciando, e materiale usato per confezionare i singoli pacchetti in cui avviluppare la “maria”. Per il 31enne si sono aperte le porte del carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Positivo a sostanze psicotrope, arrestato giovane che ha investito il belga

Torna su
LeccePrima è in caricamento