Cessato il rapporto di lavoro, rubano l'auto e pretendono soldi dall'imprenditore

La vicenda ha origine in Germania, un mese addietro. All'interno della vettura, ritrovata a Taurisano, vi erano anche due preziosi orologi e documenti aziendali. Ad Aradeo altra denuncia per furto

L'auto rubata e poi ritrovata.

TAURISANO – Hanno rubato in Germania l’auto di colui che fino al giorno prima era stato il loro datore di lavoro e poi hanno rivendicato la somma di quattromila euro per restituire la vettura nella quale vi erano anche due orologi di marca Rolex e documenti aziendali.

La vicenda vede protagonisti sei uomini, tutti originari di Taurisano: il primo, un 64enne, si è rivolto il 29 giugno alla polizia tedesca per denunciare il furto della sua Fiat Panda e di quanto in essa contenuto. Il giorno precedente, ha raccontato, aveva liquidato i compensi spettanti a due maestranze con le quali, per dissidi personali, aveva concluso il rapporto di lavoro. 

FOTO ROLEX RUBATI-2Ritrovatosi senza auto, il proprietario ha avviato in maniera autonoma delle ricerche che gli hanno permesso di accertare, tramite il fotogramma di un autovelox, che proprio i suoi due ex dipendente, S.A. e L.R.A. - anche loro di Taurisan, di 66 e 61 anni - avevano attraversato con quella vettura il tunnel di San Bernardino che collega la Svizzera tedesca a quella italiana.

L’imprenditore ha dunque contattato i due, ricevendo in cambio una serie di minacce, perpetrate anche dai rispettivi figli, R.A. di 23 anni, M.A. di 34 e A.A. di 42. Nel garage in uso all’ultimo dei tre i carabinieri della stazione di Taurisano hanno ritrovato la Panda, la documentazione aziendale e gli orologi. I militari hanno denunciato a piede libero i soggetti coinvolti per furto ed estorsione in concorso.

Ad Aradeo un'altra denuncia per furto

Un 38enne nato a Galatina e residente ad Aradeo, A.A., è stato denunciato per il furto di una Ford Focus, avvenuto il 23 luglio. È accusato di aver sottratto l’auto ad un conoscente approfittando di un suo momentaneo allontanamento.  Il malcapitato aveva poi raccontato l’accaduto ai carabinieri della stazione di Aradeo

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento