Cittadini avvisano il 112, preso in flagranza a rubare dentro un'abitazione

Un casaranese in trasferta a Parabita fermato nella notte con cacciaviti e torcia. Fondamentale la chiamata di passanti

PARABITA – L’hanno preso in flagranza, mentre si era introdotto in un’abitazione per rubare. Rosario Caraccio, 60enne di Casarano, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, nella notte era in trasferta a Parabita. Ma i suoi movimenti sono stati notati da alcuni passanti, sebbene fossero le 2, che hanno composto il 112. E così sono intervenuti i carabinieri della stazione locale. L’uomo è stato poi posto ai domiciliari, con l’accusa di furto aggravato in abitazione.

CARACCIO ROSARIO-3Il fatto è avvenuto in via Bologna. Caraccio, dopo aver forzato la porta retrostante di ferro, è riuscito a introdursi nella casa che aveva preso di mira. Ma l’intervento dei carabinieri è stato pressoché immediato. Non si sa se fosse solo o se ci fosse un complice nei paraggi a fare da “palo”, ma, se anche fosse, non deve aver avuto il tempo di avvisarlo. Addosso, il 60enne aveva due cacciaviti e una torcia a led per muoversi agevolmente nell’ombra. Tutto finito ora sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Violento scontro fra auto: un uomo d’urgenza in ospedale con un trauma alla schiena

Torna su
LeccePrima è in caricamento