Tre colpi d'arma su una porta della discoteca "Cave": mistero sul movente

E' successo intorno alle 3 di notte. Indagano i carabinieri. Fra le ipotesi, quella di un regolamento di conti fra bande provenienti da fuori provincia. Si cercano soggetti in moto

La porta colpita dai tre colpi. Nelle foto in basso, il percorso fatto dai malviventi in moto.

GALLIPOLI –Tre colpi d’arma da fuoco sono stati indirizzati nella notte contro una porta di servizio della discoteca “Cave” di Gallipoli, altri due sono stati esplosi in aria. Ed è caccia aperta a due soggetti a bordo di una moto di grossa cilindrata. A premere materialmente il grilletto, è stato l’uomo seduto alle spalle del conducente. Tutto s’è svolto in pochi istanti, tanto che è stato impossibile capire chi fossero gli individui, vestiti di scuro ed entrambi, peraltro, con caschi integrali. La stessa moto, a quanto pare, era sprovvista di targa.

E’ stata un’azione molto audace e studiata. Era evidente che i due non intendessero colpire qualcuno in particolare, ma “solo” lanciare un messaggio. Verso chi, però, non è ancora chiaro. I carabinieri della compagnia di Gallipoli, coordinati dal capitano Michele Maselli, stanno cercando di fare chiarezza sull’inquietante episodio che arriva quasi alla vigilia di Ferragosto, nel momento di massimo afflusso per la “Città Bella”.

Le attività d’indagine sono in corso e non si esclude alcuna ipotesi. Fra l’altro, si pensa che l’atto intimidatorio non fosse rivolto al locale in sé, alla proprietà o al personale in genere. Il sospetto, ma si tratta al momento di pure ipotesi, è che il gesto possa inquadrarsi in una sorta di regolamento di conti fra bande entrate in attrito. Forse, persino soggetti provenienti da fuori provincia. Un sentore che deriva da altre attività info-investigative.

IMG-20160812-WA0016-2Di certo, la discoteca era in piena attività, quando è successo l’episodio. Peraltro, all’interno erano presenti persino carabinieri in borghese, confusi fra i comuni clienti, per i consueti servizi antidroga che nei giorni scorsi hanno portato all’arresto di quattro ragazzi. Ma, al loro arrivo, i due misteriosi soggetti si erano già dileguati. Questi, peraltro, si sono guardati bene dal ferire qualcuno, anche solo casualmente, scegliendo un ingresso laterale, piuttosto nascosto, e non accessibile al pubblico. Non si conosce il calibro dell’arma, perché sul campo sono state raccolte solo ogive deformate.      

I due individui in moto sono stati notati per alcuni istanti sia da personale della discoteca, sia da alcuni giovani che in quel momento tornavano alle loro auto, nel parcheggio. Ma, da una certa distanza e per pochi istanti, ragion per cui non è stato possibile ottenere una descrizione chiara. La discoteca è dotata di videocamere, ma queste sono puntate verso l’ingresso principale e all’interno. Dunque, sembra che non possa esservi nemmeno il conforto delle immagini per fare luce su questa sinistra vicenda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Furto di energia, truffa e fuoco agli scarti di potatura: arresto e 14 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento