Coltelli e marijuana, ricettazione e opere abusive: controlli a tutto campo

Sono le più varie le contestazioni di reato da parte dei carabinieri. Sigilli a una piscina, trovate dosi di marijuana nella cassetta di scarico di un wc

LECCE - Oltre alle denunce relative alla guida in stato di alterazione psico-fisica da alcol o stupefacenti, i controlli effettuati dai carabinieri nel corso del fine settimana hanno portato al deferimento di altri individui nei confronti dei quali sono stati contestati altri tipi di reati. 

Marijuana nella cassetta di scarico

I carabinieri della compagnia di Casarano hanno deferito per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 27enne, L.D., già ai domiciliari: nella cassetta di scarico del bagno della sua abitazione sono state trovate undici dosi di sostanza stupefacente per un totale di 55,3 grammi di marijuana, oltre a due grinder.

I militari della stazione di Melendugno hanno denunciato D.L., di 44 anni, perché nel corso di una perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso di 20 grammi di infiorescenza di marijuana e di dodici steli di circa mezzo metro di altezza della stessa pianta. 

Armi e oggetti atti a offendere

Un 29enne, N.P., è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Salve dopo essere stato fermato nei pressi di uno stabilimento balneare in località Posto Vecchio: nel bagagliaio della sua auto aveva un coltello con una lama lunga 20 centimetri. Due coltelli, di 16 e 21 centimetri, aveva invece un 39enne, C.C., denunciato dai carabinieri della compagnia di Casarano all’esito di una perquisizione durante un’attività di controllo della circolazione stradale.

Evasione e ricettazione

Denuncia per evasione nei confronti di quattro persone sottoposte al regime della detenzione domiciliare: tre sono state deferite dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Tricase perché in un controllo ordinario non sono state trovate in casa. Si tratta di M.O., di 80 anni, di D.S., di 47 e di C.L. di 62. I militari della stazione di Racale hanno constatato l’allontanamento dall’abitazione da parte di S.I., di 28 anni.

I carabinieri della compagnia di Casarano hanno denunciato per ricettazione in concorso S.D.V., di 62 anni e C.G. di 64 perché trovati in possesso di un cellulare risultato rubato. Il dispositivo è stato restituito al legittimo proprietario.

Infine, in località Torremozza il personale della stazione carabinieri forestale di Maglie ha denunciato due persone – R.G. di 67 anni e B.R. di 62  - per aver realizzato una piscina e un piazzale contiguo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento