Consegna alla struttura ricettiva un falso permesso di soggiorno, espulso

Nella rete dei controlli della polizia è finito un cittadino egiziano già detinatario di un decreto di espulsione. Emessi altri tre ordini di allontanamento

Il commissariato di Otranto.

LECCE – Continuano i controlli amministrativi da parte della polizia di Stato in provincia di Lecce sul flusso di persone alloggiate nelle strutture ricettive. Gli agenti del commissariato di Otranto hanno scoperto un cittadino egiziano che alla reception ha fornito un permesso di soggiorno non corrispondente alla propria identità. Nelle successive verifiche gli agenti hanno accertato che a carico dello straniero vi è un decreto di espulsione.

Pertanto, su segnalazione dei colleghi di Otranto, i poliziotti della divisione immigrazione della questura di Lecce hanno avviato l’attività amministrativa finalizzata all’emissione, da parte del questore di Lecce, di un ordine, a carico del cittadino egiziano clandestino, di allontanamento dal territorio nazionale.

Nei giorni scorsi, grazie alla collaborazione con le altre forze di polizia sono stati emessi altri tre ordini di allontanamento dal territorio nazionale nei confronti di tre cittadini stranieri risultati irregolari sul territorio nazionale oltre che con precedenti per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e per reati contro il patrimonio.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento