Controlli nelle pescherie: sequestrati 35 chili di prodotto e multa da oltre mille euro

I militari della guardia costiera di Porto Cesareo, assieme al personale della Asl di Lecce, hanno eseguito delle ispezioni. In una rivendita, anche una multa “salata”: sulla merce non era indicata la provenienza

Il prodotto sequestrato a Porto Cesareo.

PORTO CESAREO – Controlli a tappeto nelle pescherie e nei locali di Porto Cesareo, per verificare la qualità dei prodotti ittici. Scattano verbale e il sequestro. I militari dell’Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea, sotto il coordinamento della capitaneria di porto di Gallipoli, hanno infatti svolto verifiche assieme al personale del Servizio igiene degli allevamenti della Asl di Lecce.

Nei confronti del titolare di una pescheria di Porto Cesareo, per cominciare, è stata elevata una sanzione amministrativa di un importo pari a mille e 500 euro: all’interno dei locali del proprio esercizio, 35 chilogrammi  di prodotto ittico privo di tracciabilità e destinato alla vendita.FOTO 1-25-47

 In particolare sono stati posti sotto sequestro amministrativo 18 chili di cozze pelose, 17 di mussoli e quattro vasetti di polpa di ricci. La guardia costiera invita i consumatori a consultare sempre le informazioni sul prodotto ittico acquistato sulle relative etichette, per poterne conoscerne la provenienza, il metodo di produzione e le altre indicazioni obbligatorie previste dalla normativa comunitaria e nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Morì dopo lo scontro con un camion: due condanne

Torna su
LeccePrima è in caricamento