Centinaia di denunce: 4 in auto con motivazioni tutte diverse, uno col bimbo a pattinare

Tra le motivazioni più insolite, raccolte dalla polizia a Lecce, anche quella di un uomo uscito per andare a bere un caffè al distributore automatico della sede universitaria

Foto di repertorio.

LECCE – “Fornisca l’autocertificazione con i motivi dello spostamento”. Ma in tanti, come ormai è noto, di urgenze per uscire da casa non ne avevano affatto. Molte delle centinaia di denunce formalizzate, nelle ultime ore, dai poliziotti della questura leccese, sono state contestate durante i controlli effettuati lungo la tangenziale e sulla provinciale 364 che collega Lecce a San Cataldo: qui sono stati sanzionati molti ciclisti e un uomo che aveva portato i figli a pattinare.

In città, invece,  deferito un ragazzo in via Argento, trovato a spasso. In Piazza Dante, in tre se ne stavano a chiacchierare sulla panchina. Nella vicina via Pozzuolo, inoltre, un uomo stava andando a prendere un caffè al distributore automatico di viale dell’Università e, in via Torre del Parco, in quattro viaggiavano sulla stessa auto con quattro motivazioni differenti. Tutti nei guai.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, numerose segnalazioni sono pervenute da cittadini alla centrale operative della Questura che riguardano persone che violano le norme del decreto e il divieto di uscire di casa. Gli operatori delle volanti intervengono accertando sempre la veridicità delle segnalazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • Commessa contagiata? Chiude il supermercato. Dipendenti in quarantena

  • Doppia tragedia: 70enne si lancia nel vuoto. Una donna cade durante le pulizie

  • Sette i pazienti guariti. Altri prossimi alle dimissioni. I farmaci utilizzati in terapia

Torna su
LeccePrima è in caricamento