Accudivano animali per 15 ore di fila senza paga e dormendo vicino alle stalle

La task force anticaporalato dei carabinieri ha denunciato un allevatore di ovini e bovini. Due giovani albanesi, irregolari, totalmente sfruttati

Foto di repertorio.

COPERTINO – Entrambi irregolari sul suolo italiano, tanto da non sfuggire alla denuncia, avrebbero subito uno sfruttamento totale. Ovvero, avrebbero accudito bovini e ovini per conto dell’amministratore unico di un’azienda agricola della zona di Copertino, lavorando ininterrottamente per 15 ore di fila al giorno, senza riposi settimanali e retribuzione.

E’ stato l’ennesimo controllo della task forse anticaporalato dei carabinieri (militari del Comando provinciale, del Nil e ispettori dello Spesal, con la compagnia di Gallipoli in supporto, per competenza territoriale) a far venire a galla la triste situazione. A essere denunciato a piede libero, l’allevatore S.A., 71enne.

I due lavoratori albanesi, dunque, sarebbero stati impiegati totalmente in nero. Privi di permesso soggiorno, l’allevatore avrebbe approfittato dello stato di necessità di entrambi, sottoponendoli a condizioni davvero difficili di vita, quasi impossibili.

I militari hanno svolto servizi mirati di osservazione, acquisito prove documentali e, infine, le  dichiarazioni dei due braccianti. Fra le altre cose, sarebbe stata violata la normativa sulla sicurezza e l’igiene sui luoghi lavoro, visto che i due avrebbero trovato alloggio in un dormitorio attiguo alle stalle, in una situazione degradante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche i due, tuttavia, sono stati denunciati a piede libero: L.R. e T.A., rispettivamente di 33 e 21 anni, come detto, non sono in regola in Italia.  Quanto all’allevatore, oltre alla denuncia, ha subito verbali amministrativi per 21mila e 400 euro. E per l’attività imprenditoriale, è stata  anche adottata la sospensione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Arrivi da fuori regione: 20mila entro domenica, uno su tre dalla Lombardia

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Il maltempo concede il bis: sferzata di grandine e pioggia sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento