Il furto fallisce, i ladri imbestialiti prendono a ceffoni in volto un passante

E' successo a Copertino, in via Pepe. Un uomo ha visto due soggetti mentre, con grimaldello, cercavano di forzare una serratura. Vistisi scoperti, prima di fuggire l'hanno aggredito. Indagano i carabinieri

Copertino, via Pepe.

COPERTINO – “Che c… guardi?”, gli avrebbe detto uno dei due. Poi, due pesanti ceffoni in pieno volto e via, in fuga con un’autovettura, a mani vuote e con chissà quale sequela di maledizioni partorire ancora dalle loro bocche.

Una sorta di eroe per caso, nel vero senso della parola. Un uomo questa sera stava passeggiando intorno alle 19 in una zona centrale di Copertino, via Guglielmo Pepe, quando all’improvviso è stato attirato da una scena che forse, all’inizio, ha pure stentato a comprendere bene: ha notato due soggetti si stavano affannando davanti all’uscio di un’abitazione e la cosa l’ha di certo insospettito.

Così ha continuato a sostare dalla parte opposta della via, fin quando i due non si sono accorti di essere osservati molto da vicino e si sono letteralmente imbestialisti. Erano ladri d’appartamento e stavano “lavorando” di grimaldello, nel tentativo di rompere la serratura di una delle abitazioni, entrare e fare incetta di soldi e gioielli.

A quel punto, impossibile più procedere. Meglio alzare i tacchi e andarsene. Non senza, però - avrà pensato uno dei malviventi -, mietere una piccola vendetta: prendere a schiaffi l’inopportuno (dal loro punto di vista) osservatore. Il quale è rimasto sbigottito di fronte all’aggressione subita, riuscendo solo a notare con la coda dell’occhio, subito dopo, i ladri salire a bordo di un’autovettura (al momento non meglio identificata) per fuggire.

Sono stati chiamati i carabinieri e sul posto sono arrivati i militari delle tenenza locale. Constatato come il furto effettivamente fosse fallito e notati i segni d’effrazione, il malcapitato è stato nel frattempo invitato a recare presso il pronto soccorso per farsi refertare. Non ha subito certo danni gravi, ma è chiaro che tra i ceffoni e lo choc, non deve essere stata una situazione piacevole.

Ad ogni modo, il suo imprevisto passaggio è servito quantomeno a scoraggiare i ladri nel proseguire oltre. E per fortuna, a parte il moto di rabbia, non hanno pensato di agire in maniera ancor più violenta. E’ chiaro che in certi casi non si sa mai con chi si abbia a che a fare e che tipo di reazione potrà derivarne. Quindi, l’uomo può dirsi anche fortunato. I carabinieri, intanto, hanno avviato le indagini. Stanno cercando di verificare se vi siano nella zona videocamere utili e nelle prossime ore tenteranno di acquisire ulteriori testimonianze.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento