Coppia rubava le identità e truffava con vendite fasulle di auto online

Due coniugi torinesi denunciati. Nei guai, per un secondo caso, anche un 47enne napoletano. Le indagini del commissariato gallipolino

GALLIPOLI – Tre denunce per due truffe online. Tutte ai danni di persone residenti nella zona di Gallipoli. Con gli autori scoperti e denunciati dagli agenti del commissariato locale, dopo una serie di accertamenti. Fino a risalire, in entrambi i frangenti, a soggetti residenti in Piemonte.

Il caso più particolare è quello che riguarda una coppia di coniugi (lui 43 anni, lei 44), residenti a Torino, con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. Vittima, un 50enne dell’entroterra ionico, che ha sporto denuncia presso il commissariato di Gallipoli. La truffa si è concretizzata attraverso la cessione solo virtuale (perché, appunto, mai avvenuta…) di un’autovettura per un valore di mille e 250 euro. La diabolica coppia, dopo aver intascato la caparra di 350 euro, è sembrata sparita nel nulla.

Per arrivare a loro, i poliziotti hanno svolto una serie di controlli incrociati, coinvolgendo uffici anagrafe di diversi comuni, istituti bancari e uffici postali. Scoprendo che all’origine c’erano i due torinesi, abili nel soffiare l’identità di ignari “naviganti”, mettendo in vendita oggetti e pubblicando foto e dati di terze persone. Di fatto, si appropriavano dell’identità di altri. Ora rispondono di truffa aggravata in concorso.

Anche il secondo è opera di un residente in Piemonte, per quanto napoletano di origine. Si tratta di un pluripregiudicato di 47 anni, ritenuto autore di un raggiro ai danni di un uomo residente nel comprensorio gallipolino. Quest’ultimo aveva denunciato la mancata spedizione di un’autovettura selezionata sulle pagine di una bacheca online, rispetto alla quale aveva versato un acconto di 500 euro. Anche qui, il falso venditore aveva fatto perdere le tracce dopo aver intascato l’anticipo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento