Da Busto Arsizio alle campagne di Minervino: in casa 10 chili di marijuana

Ha patteggiato una condanna a due anni, con pena sospesa, la coppia arrestata a maggio scorso dopo un blitz dei carabinieri di Maglie

LECCE – Avevano lasciato la Lombardia per iniziare una nuova vita nel Salento e si erano stabiliti nella nuova casa da poche settimane, in contrada Fica Agresta, sostenendo di voler trovare un impiego. A smascherarli ci avevano pensato i carabinieri con un blitz nella nuova dimora, in cui avevano scoperto 13 involucri con 10 chili e mezzo di marijuana essiccata. Tutti, tranne uno, erano sottovuoto.

Matteo Maria Bandello e Sara Pulga erano stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Oggi hanno chiuso i conti con la giustizia patteggiando una condanna a due anni di reclusione e 3mila e 400 euro di multa, con i benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione della condanna. I due sono assistiti dall’avvocato Francesca Cramis

L’intervento era stato realizzato nell’ambito di un servizio specifico condotto dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga del nucleo di Modugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento