Da Busto Arsizio alle campagne di Minervino: in casa 10 chili di marijuana

Ha patteggiato una condanna a due anni, con pena sospesa, la coppia arrestata a maggio scorso dopo un blitz dei carabinieri di Maglie

LECCE – Avevano lasciato la Lombardia per iniziare una nuova vita nel Salento e si erano stabiliti nella nuova casa da poche settimane, in contrada Fica Agresta, sostenendo di voler trovare un impiego. A smascherarli ci avevano pensato i carabinieri con un blitz nella nuova dimora, in cui avevano scoperto 13 involucri con 10 chili e mezzo di marijuana essiccata. Tutti, tranne uno, erano sottovuoto.

Matteo Maria Bandello e Sara Pulga erano stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Oggi hanno chiuso i conti con la giustizia patteggiando una condanna a due anni di reclusione e 3mila e 400 euro di multa, con i benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione della condanna. I due sono assistiti dall’avvocato Francesca Cramis

L’intervento era stato realizzato nell’ambito di un servizio specifico condotto dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga del nucleo di Modugno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento