"Dammi 150 euro se vuoi riavere il ciclomotore", denunciato l'estorsore

Protagonista del cosiddetto "cavallo di ritorno" un 41enne di Cerignola, accusato anche di un furto in un'abitazione a Otranto

LECCE – Prima ha rubato un ciclomotore di un 54enne di Otranto, poi ha preteso 150 euro per restituirlo al legittimo proprietario. Protagonista dell’estorsione con il cosiddetto “cavallo di ritorno” un 41enne di Cerignola, G.F., finito nei guai anche per un altro furto commesso in abitazione. L’uomo si è impossessato di una gabbia contenente due uccelli esotici, sottratta a una pensionata idruntina.

Il 41enne è stato rintracciato dai carabinieri di Otranto presso l’autoparco di Maglie, in possesso dei due volatili e di due banconote da 50 euro, ritenute parte del provento dell’estorsione. La refurtiva recuperata è stata restituita alla legittima proprietaria, mentre la somma in denaro è stata sottoposta a sequestro. Per il 41enne è scattata la denuncia per furto aggravato, estorsione e furto in abitazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento