Restò coinvolto in un grave incidente: 88enne muore dopo oltre un mese

Un uomo di Ruffano, ricoverato in prognosi riservata dal 26 gennaio scorso, non ce l’ha fatta: le sue condizioni si sono complicate improvvisamente

I mezzi coinvolti nel giorno del sinsitro

RUFFANO  - Oltre un mese di ricovero, ma non ce l’ha fatta. Antonio Gnoni, 88ene di Ruffano, coinvolto in un incidente a fine gennaio, è spirato nel corso della giornata. L’uomo, tenuto sotto osservazione presso l’ospedale di Scorrano, è spirato a seguito di complicazioni sopraggiunte nelle ultime ore.

A bordo della sua Fiat Panda, l’anziano stava viaggiando sulla strada che collega Ruffano a Supersano quando, quella mattina del 26 gennaio, avvenne lo scontro, violento, con una Opel Corsa condotta da un 33enne di Supersano. Ad avere la peggio fu proprio Gnoni, accompagnato d’urgenza presso l’ospedale dove fu poi ricoverato in prognosi riservata. Il conducente della Opel ,invece, riportò soltanto lievi ferite.

Sul posto intervennero i carabinieri della stazione locale, assieme agli agenti di polizia locale. La sua salma, intanto, è stata trasferita nuovamente presso la camera mortuaria del “Vito Fazzi” di Lecce, dove sarà sottoposta a un’ispezione cadaverica da parte del medico legale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Notte di fuoco: distrutte quattro auto e danni a negozi. Immortalato un uomo

  • Arrivi da fuori regione: 20mila entro domenica, uno su tre dalla Lombardia

  • Rischio di focolaio in una Rssa: fatti 90 tamponi a operatori e anziani ospiti

Torna su
LeccePrima è in caricamento