Ruspe in azione su ordine della procura: demolizione in località Belvedere

Un immobile era stato realizzato senza concessione e in zona vincolata, sul territorio di Porto Cesareo. La proprietaria condannata nel 2012

Foto di archivio.

PORTO CESAREO – Un immobile è stato demolito questa mattina a Porto Cesareo, in località Belvedere, su ordine della procura della Repubblica di Lecce. Il fabbricato, ancora allo stato rustico, e la relativa recinzione erano stati realizzati in via Mar Glaciale Artico in assenza di concessione edilizia e all’interno di una zona vincolata dal punto di vista paesaggistico.

Per le opere abusive la proprietaria è stata condannata già nel 2012 ma né allora né nel giugno del 2017, quando è stato emesso il decreto di esecuzione della demolizione, ha inteso adempiere a quanto le era stato intimato. Davanti alla perdurante inerzia è intervenuto il personale dell’Ufficio demolizioni e ripristino del territorio della Regione Puglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel comunicato a firma del procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone e del procuratore Leonardo Leone De Castris si assicurano altri interventi in tempi brevi in zone di particolare pregio ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento