Furti di telefoni e finto avvocato che spilla soldi ad anziana: denunce

I provvedimenti scattati in alcuni comuni del Salento, a seguito di indagini eseguite dai carabinieri delle stazioni locali

Foto di repertorio.

CORIGLIANO D'OTRANTO - Numerosi provvedimenti e denunce nel Salento. A Corigliano d’Otranto i carabinieri hanno eseguito delle indagini scaturite dalla denuncia sporta da una anziana del luogo e denunciato per il reato di truffa D.M.G, 57enne napoletano. I militari hanno appurato che l’uomo, a luglio, dopo essersi spacciato al telefono per un avvocato, le ha richiesto  una somma di 350 euro per la scarcerazione dei due figli, a suo dire fermati poco prima. La richiesta era naturalmente fittizia.

A Melendugno i militari, a seguito della denuncia di furto di uno smartphone sporta lo scorso agosto da un cinquantenne, hanno invece deferito in stato di libertà con l’accusa di ricettazione  D.A.B., un 29enne senegalese già noto alle forze dell’ordine. Infatti i militari hanno appurato che l’uomo ha utilizzato il cellulare oggetto di furto. A Cavallino eseguito invece un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica nei confronti di Alessio Iasella, 32enne già noto alle forze dell’ordine. Il provvedimenti scaturito a seguito della condanna per un furto commesso l’8 luglio del 2016. L’arrestato è finito in carcere.

A Trepuzzi, i militari hanno invece dato esecuzione all’ordine di esecuzione per espiazione pena detentiva nei confronti di Morris Mattia Ciriolo, 29enne del luogo. Dovrà scontare una condanna a 4 anni e 8 mesi per una rapina messa a segno a Melissano il 28 agosto scorso. A Squinzano, invece, i militari del luogo hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione  un minore già conosciuto alle forze dell’ordine. Il giovane, infatti, a seguito di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di un telefono cellulare  di ultima generazione del valore di 870 euro che poi si è appurato essere stato oggetto di un furto denunciato presso la stazione dei carabinieri di Squinzano  a settembre, da un uomo originario del Brindisino. Il telefono cellulare recuperato è stato poi restituito al legittimo proprietario.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Politica

    Sulla scheda il candidato che “non esiste”: un "De" di troppo ma elezioni proseguono

  • Sport

    La prevenzione contro il cancro si fa "di corsa": torna la “Gallipoli ColouRun”

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Un boato sveglia il vicinato all’alba: si sbriciola il tetto di un’abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento