In nove a spasso senza validi motivi, un negoziante resta aperto: in 10 nei guai

Tanti i cittadini fermati dai poliziotti del commissariato di Taurisano: 7 del luogo, uno di Ruffano, uno di Viterbo e un leccese

Foto di archivio.

TAURISANO – In dieci nei guai, perché fermati dagli agenti del commissariato di Taurisano durante i controlli per le misure di contenimento dell’emergenza Covid-19. I poliziotti, tenuti a verificare gli spostamenti dei cittadini solo per effettiva necessità e la corretta chiusura delle attività commerciali, hanno deferito P.F. di 36 anni; M.A. di 23; C.M. 32enne; P.G. di anni 40; D.V.A. di 27 anni; P.B.S. di 28 anni; tutti residenti nel comune del basso Salento in cui ha sede il commissariato diretto dal vicequestore Salvatore Federico.

Altri tre cittadini risultano indagati in stato di libertà: F.M., 39enne del Viterbese; F.F. 37enne di Ruffano e S.D., un 67enne leccese. Dai controlli effettuati su strada, in nove stavano circolando senza una valida motivazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, dal controllo effettuato presso gli esercizi commerciali, è stato accertato che un esercizio di somministrazione di alimenti anziché procedere, come consentito, con la consegna a domicilio, riceveva i propri clienti presso la propria attività. Il titolare, C.C., un 24enne taurisanese, è stato a sua volta deferito all’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • "Dote" da sposa e corredo di nozze trasformati in mascherine: “Sono per i più poveri”

Torna su
LeccePrima è in caricamento