A poche ore dal sequestro di sdraio, la madre del titolare del lido viola sigilli: nei guai anche lei

Dopo la denuncia del figlio, un 48enne di Copertino, accusato di aver piazzato attrezzatura senza autorizzazione, nei guai anche la donna

L'attrezzatura sequestrata ieri.

PORTO CESAREO – Dopo il sequestro di ombrelloni e lettini piazzati illegalmente e la denuncia del proprietario del lido, la madre dell’indagato viola i sigilli: finisce nei guai anche lei. Alle 8 di questa mattina, infatti, i carabinieri della compagnia di Campi Salentina hanno deferito T.C., una 64enne di Copertino, nominata custode giudiziale dell’attrezzatura del figlio.

Nonostante un provvedimento eseguito dai militari 28 ore prima, la donna ha riutilizzato quegli ombrelloni e quei lettini nuovamente nello stabilimento balneare. L’attrezzatura è stata affidata, questa volta, all’amministrazione di Porto Cesareo.

Si tratta, nello specifico, di 27 ombrelloni e 54 lettini piazzati su un’area demaniale di 200 metri quadrati, senza alcuna autorizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

  • Sciolto il consiglio comunale di Scorrano: per la provincia di Lecce allarme mafia

Torna su
LeccePrima è in caricamento