Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

I carabinieri del Nas e del Nil hanno eseguito un controllo in un negozio di Lecce: un 30enne dovrà sborsare circa 12mila euro

Foto di repertorio.

LECCE – Ispezione in un negozio, nell’ambito del servizio “Periferie sicure” in città. I carabinieri del Nucleo antisofisticazione e sanità di Lecce hanno infatti eseguito un controllo, assieme ai colleghi del Nucleo ispettorato del lavoro e della compagnia leccese, all’interno del locale gestito da un 30enne dello Sri Lanka.

Dodici chilogrammi di formaggi vari sono stati sequestrati assieme a 27 chili di ovino intero, per mancata rintracciabilità alimentare e carni in cattivo stato di conservazione. È inoltre scattata, per lo stesso reato, una sanzione amministrativa di mille e 500 euro. All’uomo sono state inoltre contestate anche le carenze strutturali e igieniche, per una multa di ulteriori mille euro. E non è tutto.

I militari del Nil, infatti, hanno elevato una terza sanzione, per l’impiego di due lavoratori su quattro trovati in “nero”: due maxi multe da 2 e seimila euro. Infine, il titolare dell’esercizio dovrà anche sborsare altri mille e 200 euro per la mancata visita medica dei dipendenti, per garantire la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento