Volantini contro la chiesa e la religione nel giorno di Natale: denunciato l’autore

Sul piazzale e sul sagrato del santuario "De finibus Terrae" di Santa Maria di Leuca, i fedeli hanno trovato una sorpresa non certo gradita: ma una firma in dialetto ha portato i carabinieri a rintracciare il responsabile al quale è stato attribuito anche un analogo episodio del giugno scorso, a Ugento

Il volantino che ha offeso la comunità cattolica.

COPERTINO – La mattina del giorno di Natale i fedeli accorsi al santuario di Santa Maria di Leuca “De Finibus Terrae” hanno fatto fatica a credere ai loro occhi: un tappeto di volantini dal contenuto anticlericale e più in generale antireligioso li attendeva infatti sul piazzale fino al sagrato. Immediato il passaparola e la segnalazione ai carabinieri mentre la comunità cattolica parla apertamente di blasfemia.

Immediate iniziano le verifiche da parte degli uomini del nucleo operativo della compagnia di Tricase, il cui esito si è avuto nella giornata odierna quando oggi, insieme con i loro colleghi della tenenza di Copertino, hanno proceduto alla denuncia per offesa a confessione religiosa mediante vilipendio dei ministri di culto e danneggiamento mediante imbrattamento di un 64enne, del posto S.S., già noto alle forze dell’ordine per episodi analoghi. L’uomo è stato riconosciuto come l’autore del testo incriminato, ma anche di un volantino rinvenuto il 10 giugno scorso davanti alla sede vescovile di Ugento.

Una firma in dialetto, “macinularu” che in gergo salentino indica un abitante di Copertino, ha indotto i carabinieri a restringere il campo delle ricerche alla città di San Giuseppe. Oggi i militari della locale tenenza si sono presentati alla porta del 64enne, muniti di decreto di perquisizione, ma non hanno dovuto faticare per trovare i riscontri: su una parete campeggiava, in una cornice, il volantino del 25 dicembre.

Dal momento che presso il domicilio dell’uomo i carabinieri non hanno trovato né computer né altri supporti, è stato evidente che l’elaborazione grafica del testo fosse il frutto di una mano esterna che è stata individuata in quella di una tipografia di Carmiano, dove i militari della locale stazione insieme a quelli del nucleo operativo di Tricase hanno ritrovato i file relativi a entrambi i volantini.

I titolari dell’attività commerciale risponderanno del reato di stampa clandestina per aver omesso di inserire sul documento poi diffuso i dati identificativi della tipografia, come previsto dalla normativa di settore. Per l’uomo, infine, anche il deferimento all’autorità giudiziaria per stampa clandestina per entrambi gli episodi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (18)

  • La libertà di pensiero che fine ha fatto?

  • 2000 anni di guerre, violenze, abusi, soprusi, propagande, bugie...per cosa? Per qualcosa che nessuno può provare. E se il tipo dicesse il vero? Chi lo potrebbe provare? Il magistrato di turno? E poi tutti a dire che lo stato è laico...Maddeché...sto poveraccio si fosse trovato qualche secolo fa l'avrebbero arso in pubblica piazza davanti ai bambini. E se qualche buon cristiano avesse la faccia di rispondere...si accomodi...beati voi che essendo credenti vi meriterete il tanto agognato paradiso...

  • Che il nostro Clero stia diventando intransigente sulla scia dei loro "colleghi" islamici? Suvvia, avete riabilitato il povero Giordano Bruno, sia pur con qualche secolo di ritardo, e adesso vi indignate se qualcuno vi critica? Ricordate che Gesù invitava a rispondere alle offese porgendo l'altra guancia, o ritenete blasfemo anche il perdono?

  • E la verità brucia he. :) Inutile chiedere di far vedere il volantino che, OVVIAMENTE non si può far vedere per vari motivi no? arrivateci.

  • Il reato è STAMPA CLANDESTINA! Stiamo veramente fuori.....

    • Cosa vuoi dire Cosimo ?

      • Che usano strumentalmente un reato per contestarne un altro: ossia contestano la modalità di stampa per reprimere un reato di contenuto (opinione)

        • E si ...anche la nostra Democrazia e' a macchia di leopardo

  • fateci vedere il volantino

  • Io non frequento chiese, ma so bene da conoscenti che durante le omelie i preti ne dicono di tutti i colori, contro questo e contro quello, contro i gay e contro i giovani in genere, contro le famiglie di gente non sposata, contro qualsiasi atteggiamento che trovano immorale e soprattutto contro le religioni degli altri. Spero che la denuncia sia seplicemente per volantinaggio non autorizzato e non per il contenuto, perchè altrimenti vuol dire che siamo tornati al medioevo.

  • E poi si critica l'isis

  • Il volantino che ha offeso la comunita cattolica hahahahahahah che ridere come si offendono ste persone quando e' la pura verita'?

  • quello che c'e' scritto per me e pura verita' il vaticano e' una piovra in poche parole LA MAFIA

  • Quindi i sit in cattolici sotto edifici pubblici vanno bene, mentre sit in anti religiosi sotto le chiese sono da denunciare? interessante...

  • Per completezza di informazione, vorrei vedere il volantino.

  • La chiesa fa abuso della credulita' popolare, truffa, appropriazione indebita, circonvenzione d incapace, senza contare tutti i reati dei suoi ministri di culto come la pedofilia..quandu li carcerati quisti?

  • Avrei gradito leggerlo il volantino.

  • fateci leggere cosa cè scritto

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sequestro da un milione e 600mila euro: nella mani della Dia patrimonio di Schipa

  • Cronaca

    Paura per una 78enne: una fiammata dalla bombola e la cucina prende fuoco

  • Sport

    Padalino prepara il miglior Lecce: Doumbia e Tsonev in rampa di lancio

  • Cronaca

    Denunce e disservizi, indagato il legale rappresentante delle Ferrovie Sud Est

I più letti della settimana

  • Pomeriggio di sangue sulle strade salentine, muore un giovane motociclista

  • Scontro fra Suv e Ape, 63enne in codice rosso al "Vito Fazzi"

  • Indagine lampo dopo le tre rapine: blitz a "Panareo", scattano arresti

  • Banda scatenata: tre rapine in mezzora a supermercati e farmacia

  • Il pigiama prende fuoco per la stufa a gas, ustionato un bimbo di 8 anni

  • Processo "Eclissi", il collaboratore: "I manifesti elettorali? Un affare del clan"

Torna su
LeccePrima è in caricamento