Diffamazione nei confronti di Mario Capanna? Consigliere rischia il processo

Il consigliere comunale e provinciale di Lecce Roberto Martella, rischia il processo per diffamazione per alcune dichiarazioni rilasciate a un quotidiano locale. A dare il via all'inchiesta fu la querela sporta da Mario Capanna, politico e scrittore, la cui figura sarebbe stata accomunata a quella di noti terroristi degli "anni di piombo"

Mario Capanna (@TM News/Infophoto).

“Questa è la solita storia della sinistra che cerca di emarginare giovani che sono impegnati nel sociale ma poi convoca i Curcio, i Capanna, i Negri, terroristi che tanto male hanno fatto a famiglie e Forze dell'ordine, devono solo vergognarsi”. Sono queste le dichiarazioni rilasciate dal consigliere comunale e provinciale di Lecce Roberto Martella, pubblicate il 10 dicembre del 2011 sul quotidiano “Il Paese nuovo”, che potrebbero costargli un processo per diffamazione. Martella rispose così alle critiche dei rappresentanti del Coordinamento antifascista di Lecce legate alla sua partecipazione a un incontro sul tema della disabilità promosso da Casa Pound.

Nei giorni scorsi il gip (giudice per le indagini preliminari) Carlo Cazzella ha respinto la richiesta di archiviazione e ha imposto al pubblico ministero Giovanni Gagliotta (titolare del fascicolo) l'imputazione coatta, quindi di formulare la richiesta di rinvio a giudizio del consigliere. L'atto passerà poi al vaglio di un altro giudice che deciderà se mandare Martella al banco degli imputati o piuttosto disporre il proscioglimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A dare il via all'inchiesta fu la querela sporta da Mario Capanna, politico e scrittore, poiché la sua figura è stata accomunata a quella di noti terroristi che, nel periodo degli anni di piombo, si sono resi responsabili di efferati delitti. Attraverso l'avvocato difensore Massimiliano Oggiano, Capanna si era poi opposto all'istanza di archiviazione del pm, ottenendo l'approvazione del gip Cazzella. In una nota fa sapere di essere soddisfatto e di attendere fiducioso gli ulteriori sviluppi del procedimento penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento