Discarica di rifiuti non autorizzata, denunce per tre e area sequestrata

Il controllo dei carabinieri di Nociglia in agro di San Cassiano. Proprietario e altre due persone finiscono nei guai

SAN CASSIANO - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata e getto pericoloso di cose in concorso sono le accuse a carico di tre persone, che sono state fermate dai carabinieri della stazione di Nociglia durante un servizio di controllo in materia di reati ambientali.

V.S., 40enne di Supersano, N.P.V., 40enne di Botrugno e N.A.V., 72enne, anch’egli di Botrugno, sono stati fermati dai militari, i quali hanno contestato loro di aver effettuato attività illecita di raccolta e trasporto di rifiuti speciali, poiché sprovvisti di autorizzazione, con stoccaggio in un fondo agricolo di San Cassiano.

Si tratta, nello specifico, di acque di vegetazione, di sansa vergine e materiale inerte proveniente da lavori di demolizione. Tutto depositato in un’area di circa 83 metri quadri, di proprietà del 40enne V.S.. La discarica abusiva è stata sottoposta a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento