Discarica di rifiuti non autorizzata, denunce per tre e area sequestrata

Il controllo dei carabinieri di Nociglia in agro di San Cassiano. Proprietario e altre due persone finiscono nei guai

SAN CASSIANO - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata e getto pericoloso di cose in concorso sono le accuse a carico di tre persone, che sono state fermate dai carabinieri della stazione di Nociglia durante un servizio di controllo in materia di reati ambientali.

V.S., 40enne di Supersano, N.P.V., 40enne di Botrugno e N.A.V., 72enne, anch’egli di Botrugno, sono stati fermati dai militari, i quali hanno contestato loro di aver effettuato attività illecita di raccolta e trasporto di rifiuti speciali, poiché sprovvisti di autorizzazione, con stoccaggio in un fondo agricolo di San Cassiano.

Si tratta, nello specifico, di acque di vegetazione, di sansa vergine e materiale inerte proveniente da lavori di demolizione. Tutto depositato in un’area di circa 83 metri quadri, di proprietà del 40enne V.S.. La discarica abusiva è stata sottoposta a sequestro.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento