Disponeva di una casa a Otranto usata come "incubatrice" di marijuana

Arrestato un 23enne di Scorrano. I carabinieri hanno scoperto tutto l'occorrente per la coltivazione indoor e parecchia sostanza

OTRANTO – Lui è di Scorrano, ma da Otranto andava e veniva, avendo a disposizione un appartamento. Usato, peraltro, come una sorta di incubatrice per far germogliare marijuana. Ma quando in casa si sono presentati i carabinieri, interessati di certo al prodotto, ma non per fumarlo, per lui sono iniziati i guai.

Giorgio Hameti, 23enne, è finito in arresto ed è stato destinato ai domiciliari. A Scorrano. Insospettiti evidentemente dai movimenti in quell’abitazione della Città dei Martiri, i militari hanno deciso di verificare i loro sospetti.

HAMETI Giorgio-2E così hanno trovato nove steli con foglie e infiorescenze di marijuana, in via di essiccazione, per 1 chilo e mezzo, più 215 grammi circa di sostanza e infiorescenze, già essiccati. Il tutto, in una camera di coltivazione, completa di impalcatura, per la coltivazione indoor delle piante.

Sotto sequestro è finita anche attrezzatura varia per la coltivazione e l’essiccazione della sostanza stupefacente: lampade con pannelli rifrangenti, tubi flessibili dotati ventole elettriche per aereazione forzata, umidificatori, filtro anti-odori; ventilatori, temporizzatori, terriccio.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come annaffiare le piante quando sei in vacanza

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Boato in piazza, esplode una bombola da sub: auto sventrata

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

Torna su
LeccePrima è in caricamento