Dalla morte alla speranza di vita: i parenti di un 54enne donano anche cornee e reni

Si sono concluse all’alba di oggi le operazioni di espianto da parte dei medici del “Vito Fazzi” di Lecce. L’uomo deceduto per un’emorragia cerebrale

Foto di repertorio.

LECCE – Dalla morte a nuova vita in un attimo. Grazie allo slancio, umano e nobile, da parte dei famigliari di un 54enne leccese, sono stati infatti donati reni, fegato e cornee a chi attendeva un trapianto da tempo. Una nuova speranza di vita riaccesa nella notte al “Vito Fazzi”. I parenti dell’uomo, deceduto a causa di una grave emorragia cerebrale, hanno acconsentito alla donazione degli organi. Dopo l’attesa necessaria per l’osservazione di morte cerebrale, le équipe chirurgiche e gli specialisti della Rianimazione dell’ospedale leccese si sono avvicendati per eseguire le operazioni di prelievo.

Il team del Policlinico di Bari ha prelevato i reni, destinati ad un paziente in attesa al Centro trapianti regionale. Le cornee sono state invece prelevate dall’équipe chirurgica di Lecce per poi destinarle alla Clinica oculistica del capoluogo pugliese. Delicati interventi che si sono conclusi solo questa mattina, alle prime ore dell’alba, dopo gli esami, la verifica della eleggibilità degli organi e della compatibilità, interventi chirurgici per il prelievo e invio nei centri specialistici per i trapianti.

La Asl Lecce, nell’esprimere profondo cordoglio ai famigliari, li ha ringraziati per la grande generosità e l’umana solidarietà che hanno dimostrato acconsentendo alla donazione d’organi: ancora una volta, dal dolore immenso per le perdita di una vita umana, può rinascere una possibilità per altre persone. Un gesto concreto che rappresenta un tassello fondamentale per costruire una “cultura della donazione” sempre più forte e diffusa, capace perciò di divenire patrimonio comune.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento