Piromani in azione in città e in provincia: due i mezzi distrutti

Ancora incendi notturni: colpito un suv in Piazzale Siena, a Lecce e lo scooter in uso a un ragazzo, a Nardò. In entrambi i casi indaga la polizia

L'auto in fiamme in Piazzale Siena

LECCE – Anche nella scorsa notte sono entrati in azione i piromani. Due gli incendi, ai danni di altrettanti mezzi, in città e provincia. Il primo episodio, intorno all’una, a Lecce. Ignoti, servendosi di liquido infiammabile, hanno infatti appiccato le fiamme a un suv che si trovava parcheggiato in Piazzale Siena, un luogo già teatro di numerosi fatti simili in passato. Si tratta di un Nissan Qashqai, intestato a un uomo noto alle forze dell’ordine e  alle cronache locali, residente nelle vicinanze. Sul luogo, allertati dai residenti dell’isolato, i vigili del fuoco del comando provinciale, assieme agli agenti di polizia della sezione volanti per eseguire i rilievi.

La matrice dolosa del gesto è stata accertata dai pompieri, una volta spente le fiamme, nonostante il fuoco abbia cancellato praticamente quasi ogni traccia dell’accaduto. Tanto da rendere inutilizzabile il veicolo, per un danno complessivo che si aggira attorno a svariate migliaia di euro. I poliziotti della questura, nelle cui mani potrebbero finire a breve alcuni filmati recuperati nei paraggi, ascolteranno il titolare della vettura alla ricerca di contatti sospetti ed elementi utili all’attività investigativa. Ma non è tutto.  I colleghi del commissariato di Nardò, inoltre, sono intervenuti nella cittadina per un altro episodio, un’ora e mezzo dopo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intorno alle 2 e mezzo, infatti, è andato in fumo anche uno scooter, in sosta in Piazza Caduti di via Fani. Si tratta di un Piaggio 50 intestato a una donna neretina, una 59enne incensurata, ma in uso a suo figlio. Aspetto sul quale indagheranno ora gli agenti, per cercare di fare chiarezza su un’eventuale minaccia o intimidazione lanciata presumibilmente al giovane. Le cause del rogo sono da confermare, ma nelle ore si è fatto strada il sospetto dell’azione di un piromane. Eventualità che sarà confermata o smentita in un secondo momento, attraverso la visione dei fotogrammi estratti dalle telecamere della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento