Rapine in due banche in pieno giorno: il bottino è da oltre 20mila euro

Caccia ai malviventi che, in mattinata, hanno messo a segno un colpo nella filiale della Popolare di Bari, a Maglie. Poi un secondo episodio alla Credem di Lecce

I carabinieri all'esterno della banca colpita.

LECCE  – Due rapine in banca in pieno giorno: la prima a Maglie, la seconda in città. Il primo episodio ha visto la banda fuggire con un bottino di 15mila euro. È accaduto in mattinata, all’interno della filiale della Popolare di Bari, in via Giuseppe Mazzini. In due, di cui uno armato di taglierino, si sono introdotti nel locale che ospita l’istituto di credito e hanno immobilizzato i clienti presenti.

Sotto la minaccia della lama, hanno costretto i dipendenti a consegnare i contanti. Gli impiegati non hanno opposto resistenza e hanno ceduto una somma in denaro ai malviventi. Si tratta di circa 15mila euro, che saranno quantificati con maggiore precisione in un secondo momento. Arraffato il bottino, sono fuggiti in sella a uno scooter, facendo perdere le proprie tracce. Sul luogo, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie, guidata dal capitano Giorgio Antonielli.

Il video: i rilievi subito dopo l'accaduto

I militari si sono messi subito sulle tracce dei due, dopo aver anche raccolto le descrizioni fornite dai testimoni. Purtroppo, però, la coppia era travisata e i tratti somatici dei due non si conoscono, anche se hanno tradito un accento del nord della Puglia. Non ancora, quanto meno. Le videocamere di sorveglianza installate all’interno e all’esterno dell’istituto di credito potrebbero però fornire alcuni elementi agli investigatori.

Questi ultimi hanno allestito posti di blocco nella cittadina, in corrispondenza dei principali varchi di ingresso ed uscita. Un altro colpo, ai danni di una farmacia, è stato messo a segno appena 48 ore addietro, questa volta in città, sempre in mattinata. In quell'occasione, però, l'autore è stato subito tratto in arresto grazie alla collaborazione di alcuni dipendenti di un bar vicino.

Appena un paio d'ore, questa volta a Lecce, una seconda rapina è stata perpetrata ai danni di un istituto di credito. Si tratta della Banca Credem di via Marconi, nei pressi del Castello di Carlo V. Il colpo, per un bottino di circa 5mila e 700 euro, è stato messo a segno da due soggetti. Sul posto, gli agenti di polizia della sezione volanti e poco dopo anche i carabinieri.

I malviventi sono stati descritti come individui alti di statura. E avevano i volti coperti con scaldacollo e caschi da motociclista. Subito dopo aver prelevato i soldi, si sono dileguati a bordo di uno scooter. Nessun ferito, ma due dipendenti sono rimasti fortemente turbati per il repentino assalto, messo a segno usano un taglierino per minacciarli. Le indagini sono affidate alla squadra mobile. Saranno visionati i filmati di sorveglianza. Un aspetto, nella vicenda, non sfugge: stessa arma e scooter. E' possibile che ad agire siano stati in entrambi i casi gli stessi soggetti? A Lecce, per la verità, i due avevano un accento locale. Così hanno riferito i testimoni. Ma un accento, si può anche simulare. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • la verità è che le forze dell'ordine non hanno più mezzi e uomini. Qualche sera fa ho chiamato la polizia per un tentato furto ( ne ho subiti già due di furti a Gennaio 2019 presso la mia abitazione a Santa Maria al Bagno) è mi sono sentito dire che la prima macchina si poteva muovere dopo 3 ore. Quindi la polemica è sterile, queste persone non hanno benzina per poter andare in giro, fanno turni su turni per mancanza di petsonale. Pero, al contrario di ciò che ci dicono, la delinquenza spicciola è aumentata. Bisogna aumentare le pene, dare capacità operativa sia con sovvenzionamenti e con leggi adiguate, mi prima o poi comincieremo a sparare tutti.

  • Andate a lavorare parassiti della società

  • Claudio è Laura io al posto vostro nel commento che avete fatto avrei allegato anche una bella falce e martello

    • Donato, volevo suggerirlo io ahahahahahah

  • Scherzate! Qui non si capisce più niente. I reati sono annacquati dalle leggi. Continuate gente, continuate......

  • banca credem vicino alla questura....caspità che controllo de territorio...,ah ma forse sono stati i migranti......

    • Ma vai a lavorare tu e i migranti.. che x quelli come voi,x aiutare i migranti vi state dimenticando degli italiani, dei terremotati... prima bisogna aiutare gli italiani(Non quelli che non vanno a lavorare perché sono come voi che protestano nelle piazze xche sono nulla-facenti).. l'italia e il suo sviluppo non va avanti grazie alla falce ed il martello.

    • Perché non ti canditi alle prossime elezione fai il ministro dell'Interno e metti un poliziotto vicino ad ogni banca e negozio sicuramente farai un figurone ma veramente un gran figurone.....

      • ma no....io faccio fare il ministro agli esperti...a chi ha sempre lavorato in vita sua, a chi è esperto...a salvini per la precisione......io posso fare solo un pochino di satira...resto sempre dalla parte di cucchi, di uva, di aldrovandi etc etc....e in quanto alla falce e martello...bhè è grazie a quella...ai vari berlinguer, jotti, pertini etc etc.....che oggi cantate e ballate.....

        • Vuoi dire anche, grazie a Palmiro Togliatti? alias Ercole Ercoli, grande amico di Stalin, che finanziava il suo PCI, in un momento storico quando avevamo centinaia di testate nucleari sovietiche puntate sulle nostre città??? Bel vantaggio che ne abbiamo avuto. Fosse stato per i comunisti italiani ci saremmo ritrovati a fare i peones dell'impero sovietico, alla stregua dei rumeni, albanesi, bulgari, ecc. Ma per cortesia, rispetta la Storia prima di dire delle eresie!

        • Ho talmente riso che solo questa mattina riesco a rispondere perché non si può sentire che il ministro attuale è un esperto, uno che ha sempre lavorato in vita sua e per questo è la persona più adatta, io penso che o ti sei giocato il cervello o se sei in buona fede ti stai confondendo con qualche altro paese. Stai attento.

        • Io invece sono dalla parte del Commissario Calabresi, la sua vedova prende una pensione da fame e per le centinaia di poliziotti e Carabinieri morti per difendere anche te, nostalgico seguace di una ideologia che ha creato più vittime del nazi-fascismo. Siete una specie in via di estinzione, basta vedere quanti la pensano come te su questo social.

        • A fronte dei casi Cucchi, Aldrovandi ecc. ci sono MILIONI di casi in cui la polizia e i carabinieri difendono il cittadino dai malvagi. Chi sbaglia è giusto che paghi e se sbaglia un poliziotto deve pagare due volte ma questo non ridurrà mai l'importanza delle forze dell'ordine.

  • Certo che le nostre forze del disordine sono una bomba...

    • Se la prenda con tutti i governi sinistrorzi che hanno permesso questo scempio. Gli ultimi sono i decreti svuota carceri del governo Renzi, nonché la depenalizzazione di tanti gravi reati.

    • E lei potrebbe fare da vice a Claudio vice ministro così la fa anche lei una gran bella figura poi numericamente siete adatti siete in due..... Perfetti ahaha

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • settimana

    Nuova irruzione in banca in pieno giorno: caccia ai rapinatori

  • Attualità

    Si urla al complotto per un photored, ma sulle regole poi ci si autoassolve

  • Cronaca

    Farmaci scaduti al “Vito Fazzi”, convalida del sequestro. Due indagati

I più letti della settimana

  • Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Giallo Martucci, rivelazioni delle sorelle. “L’assassino lo abbiamo tra le mani, andate a prenderlo”

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento