E in Svizzera si celebra la "Festa dei Salvesi"

Si è svolta il 6 ottobre scorso a Cressier, località svizzera presso Neuchatel, l'annuale "Festa dei Salvesi

salve
Si è svolta il 6 ottobre scorso a Cressier, località svizzera presso Neuchatel, l'annuale "Festa dei Salvesi". La manifestazione è organizzata da "Salve Nosciu", l'associazione fondata nel giugno del 2000 da un gruppo di amici ed emigranti salvesi che si è resa protagonista di numerosi ed apprezzati scambi culturali e commerciali, dell'organizzazione di feste e manifestazioni, nonché di proposte, progetti, dibattiti ed incontri con i responsabili politici salvesi allo scopo di esercitare il diritto di partecipare alla vita politica di Salve.

L'associazione Salve Nosciu, presieduta da Cosimo Stranieri, intende infatti rappresentare al meglio questo nuovo modello di emigrazione che ha la giusta pretesa di voler rafforzare i legami, riscoprire le proprie radici, valorizzare la storia del proprio paese e le sue tradizioni, recuperando memorie che non si vogliono far scomparire.

Ed è proprio in quest'ottica che all'interno della manifestazione e nell'ambito del progetto "riconoscimenti speciali" ai Figli di Salve nel mondo, viene annualmente assegnato il "Premio Salve Nòsciu".

Il riconoscimento, assegnato nel 2006 al giornalista Giovanni Sammali, nell'edizione di quest'anno è stato dedicato ai coniugi Roberto Negro e Vanessa De Sangro, ideatori e curatori del sito internet "SalveWeb.it" grazie al quale tantissimi emigranti hanno potuto riallacciare i rapporti con la loro comunità e sentirsi "virtualmente" più vicini al paese natio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento