Emergenza incendi, Salento senza pompieri. Brucia anche il giardino di una scuola

Numerosi roghi anche oggi: le squadre dei vigili del fuoco sono tutte impegnate. A Galatone un cittadino ha domato le fiamme nell'istituto

La scuola colpita dalle fiamme a Galatone

LECCE  - L’emergenza incendi non accenna a diminuire, anzi. Il numero di incendi aumenta di giorno in giorno e questa domenica non ha fatto eccezione. Nel corso del pomeriggio, infatti, tutte le squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale sono state impegnate in interventi in più punti del Salento. Gli uomini sono stremati e insufficienti per fornteggiare il fenomeno e questo elemento si traduce in disagi, lamntele da pate dei cittadini e mancato controllo del territorio.  Non ci sono più mezzi e uomini disponibili: gruppi di pompieri sono intervenuti per un vasto rogo a Ugento, dove le fiamme hanno strutto un’intera area, a causa delle sterpaglie che hanno preso fuoco.

Un secondo episodio, tra i più gravi, anche nelle campagne che costeggiano la strada di collegamento tra Borgagne e Carpignano Salentino: si tratta di una zona ricca di alberi secolari, ora inceneriti dalle fiamme. Ma non è tutto. Un terzo fatto ha richiesto inoltre l’intervento dei “caschi rossi” anche in via Vecchia San Cesario di Lecce. In quest’ultimo caso, le fiammate divampate nei campi, hanno praticamente lambito alcune abitazioni, creando panico tra i residenti della zona. Fortunatamente, l’emergenza è stata gestita per tempo, senza conseguenze per gli abitanti.

Alcune ore prima, peraltro, in mattinata, un altro incendio ha rischiato di provocare serie conseguenze all’istituto tecnico industriale “Medi” di Galatone. Un piccolo rogo si è infatti innescato all’esterno dell’edificio scolastico, peraltro restaurato di recente. E’ stato un residente della zona, che ha la casa confinante con la scuola, a scorgere l’accaduto. Ha spento le fiamme e avvisato sia un collaboratore scolastico, sia la centrale operativa del 115.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento