L’Esercito in prima linea per la “maratona” di donazione di sangue

I militari si recheranno, fino al prossimo 13 settembre, presso il Centro trasfusionale dell'ospedale "Vito Fazzi", per fornire il proprio contributo

I militari in ospedale, a Lecce.

LECCE – Anche l’Esercito in prima linea per la maratona interforze di donazione di sangue. In giornata, così come nei prossimi giorni, i militari continueranno a recarsi presso il Centro trasfusionale dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce per donare sangue, nell’ambito dell'iniziativa "Insieme per la vita", una maratona interforze di donazione del sangue promossa dalla Scuola di Cavalleria con il patrocinio della prefettura.

L'iniziativa, partita lo scorso 12 giugno e che proseguirà fino al 13 settembre, si avvarrà del sostegno dell'Associazione volontari italiani sangue (AVIS) e avrà l'obiettivo di assicurare al Centro trasfusionale i quantitativi aggiuntivi di sangue necessari a far fronte all'incremento del fabbisogno del periodo estivo.  A consuntivo di due mesi di donazioni, si possono già registrare i primi positivi risultati: nel nosocomio non è stato posticipato alcun intervento per carenza di sangue.5 momento donazioni-2

Lo spirito di forte condivisione che anima il progetto testimonia l'importanza dei valori di solidarietà e partecipazione attiva, in grado di fornire sempre risposte concrete alle necessità dei cittadini o, come nello specifico, alle emergenze medico-sanitarie. Inoltre, l’iniziativa si pone anche l’ambizioso obiettivo di assurgere a modello di comportamento per sensibilizzare la cittadinanza sulla necessità di rafforzare la cultura della donazione del sangue, della tutela della salute e più in generale del bene della collettività.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento