Ferito al collo e all'occhio dopo una lite in un casolare, finisce in ospedale

La vittima è un nigeriano di 27 anni, colpito da un altro extracomunitario ubriaco. Sul posto per le indagini i carabinieri

Foto di repertorio.

MONTERONI DI LECCE – Un nigeriano di 27 anni è rimasto ferito nel corso di una violenta lite avvenuta con un altro extracomunitario nella tarda serata di ieri. Ha riportato una ferita lacerocontusa al collo  e un trauma all’occhio sinistro.

Il tutto è successo all’intero di un casolare in stato di abbandono nei pressi di Monteroni di Lecce dove alcuni senza dimora trovano rifugio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Norm, intorno alle 22.15, su segnalazione degli operatori del 118.

Stando alle ricostruzioni, infatti, alla base vi sarebbe stata una colluttazione  tra i due extracomunitari accampati nel casolare, uno dei quali ubriaco che, dopo aver picchiato il connazionale, si è barricato in una camera dell’edificio, collocando un armadio dietro la porta per tentare di sfuggire ai controlli. E finendo pure per addormentarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 27enne, invece, è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” per le cure del caso. Sul posto sono poi intervenuti anche i carabinieri della stazione locale, che hanno avviato le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Doppia tragedia: 70enne si lancia nel vuoto. Una donna cade durante le pulizie

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

Torna su
LeccePrima è in caricamento