Follie ferragostane: una trentina di soccorsi a ubriachi e rissa a bottigliate

Notte da incubo per 118, polizia e carabinieri. Il picco più alto di interventi sulla zona di Gallipoli, dove vi sono stati due feriti per i cocci di vetro e un arresto

LECCE – Tecnicamente si definiscono intossicazioni etiliche acute. Senza girare troppo attorno alle parole, ubriachi fradici. I festaioli reduci da una notte di bagordi sulle riviere salentine non si contano più, oggi. Una trentina di interventi, barcollante più, barcollante meno. Un numero preciso ancora non si aveva alle 7 di questa mattina, perché a quell’ora, e fin dopo le 8, gli operatori del 118 stavano ancora soccorrendo infermi, come i monatti di manzoniana memoria prelevavano sui carretti gli appestati per portarli nei lazzaretti. E considerano chi ha avuto il buonsenso di non chiamare il 118 per qualche litro di troppo, sarà impossibile stabilire una vera cifra degli avvinazzati  ferragostani. 

Racconta chi era sul campo che sono state scene, specie sulla zona di Gallipoli, che avrebbero potuto ricordare i film di zombie di George Romero. Le ambulanze in qualche caso non hanno fatto nemmeno a tempo a raggiungere la soglia di un locale, che attorno si formava la calca. L’assalto al soccorso sanitario: prendete me, sto male io, io sto peggio.

E’ stata una notte infernale, da dimenticare, per chi ha montato servizio. I mezzi di soccorso hanno fatto la spola da un locale all’altro, seguiti, in più di qualche caso, anche da quelli di carabinieri e polizia (la stradale ha rilevato diverse infrazioni, ne riferiamo a parte, Ndr). Perché quando scorre alcool a ruota libera, e dove girano immancabili stupefacenti, spesso ci scappa anche la rissa.

Una di queste, in zona Baia Verde, è sfociata nel sangue. Due extracomunitari si sono affrontati a bottigliate. Sono volati i cocci ed entrambi sono stati trasportati, magliette strappate e zuppe di sangue, presso il pronto soccorso dell’ospedale di Santa Caterina Novella di Galatina per suturare i tagli. A mattino fatto, per uno di loro sono scattate anche le manette degli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli, che sono stati assistiti nel delicato intervento di sedare la battaglia dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile (ne riferiamo dettagliamente qui sotto, Ndr).

Gestire questa nottata di follia, non è stato semplice perché, come già accaduto a San Lorenzo, il numero impressionante di ciucchi ai quali far smaltire sbornie epocali, si è sommato agli interventi di routine che, essendo un periodo festivo, si sono a loro volta triplicati rispetto alla norma. Così, sono stati circa 145 gli eventi gestiti nel turno dalle 20 di sera alle 8 del mattino, fra traumi, malori e incidenti. Diversi i sinistri stradali, anche con qualche auto finita sottosopra, nessuno dei quali, per fortuna, particolarmente serio. Ed è l’unica nota positiva in mezzo a una sinfonia stonata.

Rissa e spaccio, arrestato senegalese

Erano circa le 4 del mattino, quando i poliziotti del commissariato e i carabinieri della compagnia sono intervenuti per fermare un 34enne senegalese. L'uomo risponde di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali nei confronti di un 22enne, suo connazionale, aggravate dall’uso di armi improprie (coccio di bottiglia di vetro) e porto ingiustificato di armi improprie ed oggetti atti ad offende. Non solo. Il 34enne è stato anche denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

IMG-20190815-WA0045-2

Numerose le segnalazioni giunte a 113 e 112 per una violenta lite tra due cittadini extracomunitari. I poliziotti e i carabinieri di Gallipoli, arrivati sul posto, hanno fermato i due stranieri che si presentavano con ferite lacero contuse al volto e alle mani e con i vestiti insanguinati. Trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Galatina, sono stati medicati e poi dimessi. Terminate le cure sanitarie, l’aggressore è stato però anche arrestato e condotto in carcere. Entrambi sono risultati irregolari sul territorio nazionale. Sono in corso le attività di rito dell’ufficio immigrazione della questura.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento