Fioccano esposti anonimi e arrivano i controlli: sigilli a immobili per abusivismo

I forestali del comando stazione di Tricase hanno "rastrellato" alcune aree intorno a Supersano a seguito di segnalazioni. Ben quatto le denunce per opere difformi o edificate senza permesso. Persino un'intera palazzina sviluppata su due piani e ormai praticamente ultimata

SUPERSANO – E’ stato un vero e proprio rastrellamento a caccia di costruzione abusive, quello eseguito negli ultimi giorni sul territorio comunale di Supersano dagli agenti del corpo forestale di Tricase. Verifiche approfondite e sopralluoghi hanno condotto alla denuncia a piede libero di quattro cittadini della zona per abusivismo edilizio. Diversi sono stati gli immobili sui quali sono scattati i sigilli.

I forestali, a seguito di un esposto anonimo, hanno svolto un controllo in località “Schillanti”. Si tratta di un'area nelle campagne zona assoggettata alla normativa del Putt paesaggio. Qui, hanno trovato cinque manufatti realizzati in totale difformità rispetto al permesso di costruire.

Cs Tricase Abusivismo Supersano loc. Schillanti-2In particolare, si tratta di tre corpi di fabbrica allo stato rustico di circa 300 metri quadri l’uno, di un monolocale a uso abitativo già ultimato, di un ampio porticato per una superficie pavimentata complessiva di circa 90 metri quadri e di un vecchio locale deposito di circa 30 metri quadri. Sono stati denunciati il proprietario e titolare della ditta esecutrice, 57enne di Supersano e il direttore dei lavori, anch’egli di Supersano, 60enne.

Sempre sulla scorta di un esposto anonimo, i forestali hanno poi constatato la realizzazione, in un’altra zona assoggetta alla normativa Putt dell’agro di Supersano, di una costruzione già ultimata, ma realizzata senza alcun permesso di costruire. L’immobile si sviluppa su due piani (piano terra e primo piano), di circa 140 metri quadri ognuno. Denunciati in questo caso i due proprietari, anche loro supersanesi, una coppia di 57 e 55 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Morì dopo lo scontro con un camion: due condanne

Torna su
LeccePrima è in caricamento