Monitoraggio del mare: fiamme gialle e Arpa Puglia rinnovano l’accordo

E' stata sottoscritta in mattinata la proroga della convenzione esistente dal 2008, per un reciproco sostegno nella lotta agli inquinanti

La firma del protocollo

LECCE – Guardia di finanza e Arpa Puglia assieme per tutelare il mare della Puglia. La convenzione tra le fiamme gialle e l’Agenzia regionale per la prevenzione e l’ambiente è stata prorogata questa mattina, presso la caserma “Macchi” di Bari, alla presenza del direttore generale Arpa Puglia, Vito Bruno, il direttore scientifico Nicola Ungaro e il generale di divisione Vito Augelli, comandante regionale Puglia.

La proroga dell’accorso riguarderà essenzialmente il monitoraggio, vigilanza e contrasto alle violazioni in materia di emissioni inquinanti delle acque di balneazione.  La complessiva zona marino-costiera pugliese sono contraddistinte da aspetti assolutamente variegati, spesso di elevata valenza ambientale e di indiscutibile attrattiva per i flussi turistici.

La guardia di finanza e l’Arpa Puglia hanno stipulato, sin dal 2008, una specifica convenzione per il contrasto alle violazioni, dal punto di vista ambientale, così come economico-finanziario. La collaborazione assicura ad Arpa Puglia un adeguato e professionale supporto navale, la tutela della sicurezza in mare e la certificazione delle attività svolte nei confronti della pubblica utenza. Parallelamente, alla guardia di finanza consente di poter ricevere segnalazioni qualificate nei casi di riscontrate anomalie ambientali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

Torna su
LeccePrima è in caricamento