Folle notte incendiaria: colpite tre autovetture e due agenzie funebri

E' successo fra Gallipoli e Alezio. Fiamme su tre auto nel centro storico della Città Bella. E nel paese vicino, su un autocarro e nella sede di una società. Indagini serrate

GALLIPOLI – Tre autovetture distrutte, con un palazzo storico coinvolto dal riverbero delle fiamme, ma anche altri due roghi con agenzie funebri nel mirino. In un unico fazzoletto di territorio, fra Gallipoli e Alezio, quella appena trascorsa è stata una notte insonne, con interventi a tutto spiano di carabinieri e vigili del fuoco per ben tre episodi incendiari.

Video | Le vetture distrutte in via Briganti

Due di questi, è facilmente desumibile, sono strettamente collegati fra loro: nel mirino, infatti, ad Alezio, sono finite due attività simili e gestite da proprietari con un vincolo di parentela fra loro. Sono così in corso indagini serrate su due fronti dei militari dipendenti da un’unica compagnia dei carabinieri, quella di  Gallipoli, per fare luce sui casi.

Gallipoli: tre auto devastate dal fuoco

Andando con ordine, nel centro storico della Città Bella, le fiamme hanno coinvolto ben tre veicoli, tutti andati distrutti. L’incendio è divampato in via Briganti, una stradina che attraversa il borgo antico e confluisce su riviera Nazario Sauro. Davvero notevoli i danni, anche perché la via in questione è particolarmente stretta. Ragion per cui, le fiamme non hanno risparmiato nulla, nemmeno le pareti esterne dell’antico palazzo che dà il nome alla località.

Le autovetture erano parcheggiate una accanto all’altra. Il fuoco ha così colpito un’Audi A4, intestata a una società e in uso a uno dei soci, una Ford Fiesta e una Fiat Multipla. Secondo quanto rilevato dai vigili del fuoco, l’episodio è verosimilmente doloso.

Alezio: nel mirino due agenzie funebri

Ancor più particolare quanto avvenuto, però, nella vicina Alezio. Dove ignoti hanno colpito nell’arco di un paio d’ore ben due agenzie funebri. Attorno alle 2 di notte, in via Gallipoli, è andato distrutto un autocarro dell’agenzia “San Marco”, che ha sede legale a Racale (la proprietaria, però, è domiciliata ad Alezio). Il fuoco ha devastato tutta la parte anteriore del Renault Trafic della ditta, rendendolo, di fatto, inutilizzabile. E' rimasta in parte danneggiata anche una Citroen C3 posteggiata vicino. 

E non era ancora finita lì. Alle 4, il secondo episodio, scoperto da un vigilante di Ggs La Veliapol. Ignoti hanno appiccato le fiamme al piano terra dell’agenzia “Spiri”, in via Giacomo Matteotti, dove si trova un deposito di materiali.

A gestire l’attività, il cognato della proprietaria dell’agenzia “San Marco”, anch’egli originario di Racale. Per questi due episodi, è praticamente stata mobilitata nel cuore della notte tutta la stazione dei carabinieri aletina. E ora i militari stanno ricostruendo la vicenda usando varie videocamere di sorveglianza. Assunto che dietro a entrambi i casi dovrebbe esservi la stessa mano, si sta provando a ricostruire il percorso degli attentatori.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento