Forestali trovano 10 chili di marijuana dietro i cespugli delle dune

La droga si trovava lungo la litoranea, in agro di Vernole. Era custodita in sei involucri, nascosti da qualcuno forse nella notte

VERNOLE – I carabinieri forestali della stazione di San Cataldo hanno scovato questa mattina sei involucri. All’interno c’era della marijuana per circa 10 chilogrammi. La sostanza era stata nascosta in una zona litoranea, in agro di Vernole, non lontano dalle Cesine e a poche decine di metri dal mare. 

Un ritrovamento non certo insolito, quello di oggi, avvenuto durante un pattugliamento della litoranea. Ultimamente di sostanza stupefacente, sulle coste, n’è stata rinvenuta parecchia. Il più delle volte, approdata sull’arenile dopo mareggiate. Succede, infatti, che durante i viaggi da una sponda all’altra dell’Adriatico (la droga proviene quasi sempre dell’Albania), i trafficanti debbano sbarazzarsi di parte del carico, per alleggerire il peso delle proprie imbarcazioni, quando vengono avvistati dalle motovedette della guardia di finanza o della guardia costiera che pattugliano le acque, per tentare di sfuggire alle retate.  

Senza titolo-1-5-40Questa volta, però, la situazione è apparsa differente. I sei panetti di droga, infatti, erano stati nascosti fra la vegetazione delle dune. Non è stato un arrivo casuale, sospinto dalle onde. I militari presumono che la droga sia stata nascoste nella notte, al termine di un trasporto dalle vicine coste dell’Albania, in attesa di essere recuperate in un momento più  propizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’aspetto particolare, però, è che sei panetti sono oggettivamente pochi. I traffici prevedono sbarchi di grossi quantitativi, per quintali di sostanza. E’ possibile anche che siano stati disseminati più punti lungo la costa. O che qualcuno abbia trovato gli involucri sparsi, sull'arenile, e li abbia celati in attesa di riprenderli. Ma sono solo ipotesi al momento senza alcun riscontro.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento