Fucile a canne mozze trovato in un bosco

L'arma, con matricola abrasa, provvista di cartucce era avvolta in un sacchetto: è stata rinvenuta da un addetto alle pulizie in contrada "Sepe", a Corsano. Forse usata in qualche raid criminale

Un fucile a canne mozze, calibro 12, matricola abrasa e provvisto di alcune cartucce. Un gingillo di una certa potenza di fuoco, avvolto in un sacchetto di plastica, abbandonato in un boschetto di contrada "Sepe", nelle vicinanze di Corsano. Il fucile è stato rinvenuto accidentalmente da parte di un addetto alle pulizie che operava nel corso della mattinata. Di solito, di oggetti simili non se ne vedono in giro con facilità. E' così partita la chiamata al 112. Sul posto sono giunti i militari della stazione locale, che hanno preso in consegna l'arma, passandola alla compagnia di Tricase.

Al momento, sono in corso accertamenti preliminari: il sospetto, evidente, è che il fucile possa essere stato usato in qualche raid criminale nel Basso Salento. In seguito, verrà spedito presso i militari del Ris di Roma (Raggruppamento investigazioni scientifiche) per nuove verifiche e soprattutto per risalire alla matricola che è stata limata per non consentirne la leggibilità.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Congedo: "Filobus ed estimi, due errori del centrodestra. Salvemini? Senza coraggio"

  • Politica

    Fiorella: "Liberare il centro storico per pedoni e bici. Sgm va riprogettata"

  • Cronaca

    Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Cronaca

    Prete accusato di aver molestato una 13enne: caso chiuso

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento