In fuga con l’auto rubata, ne danneggia altre tre, il 23enne si difende: “Ero drogato”

Dopo l’interrogatorio, il giudice ha convalidato l’arresto del leccese Mirko Greco, “alleggerendo” la misura in quella dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza

LECCE - E’ stato convalidato l’arresto di  Mirko Greco, il 23enne leccese che due giorni fa era se ne era andato in giro nel cuore della notte con l’auto rubata al convivente della madre e con la quale ha danneggiato tre vetture nel tentativo di seminare le forze dell’ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma il giudice Edoardo D’Ambrosio ha alleggerito la misura cautelare disponendo per lui l’obbligo di dimora nel Comune di residenza, con la prescrizione di non potersi allontanare da casa dalle 21 alle 7. Questo all’esito dell’interrogatorio che si è svolto in mattinata, durante il quale l’indagato (assistito dall’avvocato Alessandro Stomeo) ha spiegato di essersi impossessato del mezzo, un Audi A4, dopo aver assunto sostanze stupefacenti e di essersi sottratto al controllo della polizia giudiziaria perché colto da timore e ansia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Doppia tragedia: 70enne si lancia nel vuoto. Una donna cade durante le pulizie

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

Torna su
LeccePrima è in caricamento