Sacchi a pelo e armonica: 12enni in fuga in treno da istituto veneto

I due minorenni sono scappati da una casa famiglia della città del Santo, con un kit di sopravvivenza. Trovati da un vigilante, mentre dormivano all'addiaccio, sono stati affidati ad un istituto, in attesa dell'arrivo del tutore

MELENDUGNO -  Potrebbe essere l'incipit di un romanzo di formazione. Invece è la cruda, iperreale scoperta fatta alle quattro del mattino. Due sagome, appena avvistate da un agente dell'istituto di vigilanza privata Alma Roma, poi la triste realtà. Due ragazzini di dodici anni dormivano, raggomitolati l'uno accanto all'altro, su un terreno del centro abitato  di Melendugno, in via Sicilia.

I due amici, F.S. e C.T., scappati assieme da una casa famiglia della provincia di Padova lo scorso 25 maggio, sono approdati nel Salento, montando a bordo  del treno  che collega il tacco alle principali città venete, dopo un itinerario fatto di numerose tappe. Dopo aver raggiunto, con le proprie mountain bike, un paese della provincia patavina, hanno preso un bus in direzione Vicenza. Poi, dalla stazione della città palladiana si sono diretti a Lecce, cambiando nuovamente mezzo fino a Melendugno.  Nello zaino una sorta di kit di sopravvivenza: oltre al denaro, parte del quale utilizzato per pagare regolarmente il biglietto ferroviario, anche un sacco a pelo e persino un'armonica. 

I carabinieri del  Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce li hanno immeditamente presi in carico, nel cuore della notte, mettendoli al riparo da temperature finto-primaverili non proprio generose, per poi affidarli alle cure di un'altra struttura locale. In queste ore dovrebbe giungere il tutore dei due minorenni, direttamente dal Veneto, per riportarli presso l'istituto che ospita entrambi, mentre i militari, proseguiranno con l'ascolto dei piccoli fuggiaschi, per chiarire tutti gli aspetti di questo coraggioso viaggio di oltre mille chilometri a sud.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento