Due modelli di auto, stessi ladri: banda dell’Alfa in azione nel nord Salento

Un furto messo a segno in un negozio di alta moda a Veglie e l’altro sventato da un vigilante, a Novoli, in una stazione di servizio. I malviventi erano tre, tutti incappucciati. Indagano i carabinieri

Uno degli esercizi colpiti nella notte.

VEGLIE – Due modelli di Alfa differenti, ma probabilmente in azione la stessa banda. Ricercati gli autori di due colpi, uno riuscito e l’altro solo tentato, nel nord Salento. Il primo a Veglie, nei pressi di Largo Parco delle Rimembranze, di fonte al monumento intitolato ai Caduti. In tre, tutti incappucciati, hanno raggiunto il negozio di alta moda “Kermesse 1960”.  Due malviventi sono scesi da un'Alfa Romeo Mito, il terzo è rimasto alla guida del veicolo. Muniti di una mazza ferrata, hanno sfondato la porta a vetri, per poi arraffare diversi capi di abbigliamento esposti e altri ancora riposti nelle scatole perché merce appena arrivata.

Per quanto si trattasse di capi di abbigliamento costosi, il danno principale è quello arrecato al negozio. Le conseguenze economiche complessive sono ancora da quantificare con precisione: uno dei proprietari, residente peraltro al piano superiore, non ha ancora stilato l’elenco dettagliato degli indumenti che mancano all’appello.  Il sistema di allarme si è immediatamente attivato, richiamando sul posto i vigilanti dell’istituto privato “Ggs Security”. Una volta arraffato il bottino, i tre sono fuggiti in direzione della provincia di Brindisi e sono stati anche intercettati dalle forze dell’ordine, le quali li hanno poi persi di vista: la banda è infatti riuscita a dileguarsi, approfittando anche del buio e delle strade deserte.

Poco dopo, a Novoli è stato tentato un secondo colpo, ai danni di una stazione di servizio. Appena passate le 3, i ladri hanno cercato di colpire la “Menga Petroli” di via Sacco e Vanzetti, ma la guardia giurata dell’istituto “De Iaco Security” ha raggiunto immediatamente l’attività, richiamata dall’antifurto collegato con la sala operativa. I malviventi si sono immediatamente dileguati senza riuscire a portare via nulla: l’unica conseguenza è quella del danneggiamento del vetro di una porta, mandato in frantumi nel tentativo di accedere al locale. Anche in questo secondo episodio, i malviventi sono stati avvistati poco dopo, mentre fuggivano in direzione di Campi Salentina.

I carabinieri della compagnia locale e i vigilanti di entrambe le agenzie di sicurezza hanno avviato le ricerche per intercettare la banda. Ma quest’ultima è riuscita, almeno per ora, a farla franca.  Numerose le analogie con la modalità del furto di Veglie: i ladri hanno agito con lo stesso modus operandi, ma con un modello di auto diverso: questa volta, pur trattandosi sempre di un’Alfa Romeo, hanno utilizzato una 147 di colore rosso. I sospetti che si tratti degli stessi individui si fanno strada nel corso delle ore. "Professionisti" dei furti in attività commerciali, potrebbero infatti aver preparato l'auto di scorta, per far perdere le proprie tracce.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento