Furto da oltre 4mila euro nel resort, l'autore viene scoperto e denunciato

Nei guai un 27enne di Mottola. La vittima ci aveva rimesso anche quattro carte di credito, monili d'oro e denaro in contante

LECCE – Furto aggravato. Sono le accuse per le quali i carabinieri di due stazioni dipendenti dalla compagnia di Maglie hanno denunciato tre soggetti. Si tratta, ovviamente, di casi distinti. Il primo riguarda la zona di Soleto, dove i militari, con l’ausilio dei colleghi di Galatone, al termine di indagini, hanno denunciato D.G.D. e C.M., entrambi galatonesi (la seconda è una donna) di 36 anni. 

Nei loro confronti sono stati raccolti elementi per ritenerli autori del furto di materiale ferroso, avvenuto in contrada Palombaro (nelle campagne di Soleto), ai danni di un pensionato 73enne. La refurtiva è stata ritrovata in un casolare abbondonato nella zona di Galatone. Sarà restituita, previo riconoscimento. 

Più grave quanto avvenuto il 15 settembre scorso presso l’Augustus Resort di Santa Cesarea Terme. E.M., 27enne di Mottola è stato riconosciuto artefice di un furto avvenuto in una camera. Avrebbe portato via quattro carte di credito, la patente di guidala , carta d’identità, un anello d’oro giallo, due paia di orecchini d’oro e mille e 500 euro in contanti della vittima, che ha sporto denuncia presso la caserma dei carabinieri di Poggiardo. Il tutto, per un danno di circa 4mila e 500 euro. I militari, avviate le indagini, sono risaliti al giovane della provincia di Taranto, ora indagato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

  • Assalto al postamat, 112 rintraccia due auto: banditi disseminano chiodi a quattro punte

Torna su
LeccePrima è in caricamento