Furto di legna da un fondo e di una smerigliatrice, scattano due denunce

Entrambi gli episodi sono avvenuti a Porto Cesareo, dove i carabinieri hanno deferito un leveranese e un uomo del posto

PORTO CESAREO – Due denunce per furti sono state spiccate dai carabinieri della stazione di Porto Cesareo, al termine di distinte indagini. In un caso, un uomo risponde anche di danneggiamento. Si tratta di I.C., 53enne, residente a Leverano. La mattina del 3 febbraio, avrebbe portato via della legna dopo averla tagliata da alcuni alberi d’ulivo che si trovavano all’interno di terreno di cui non è proprietario. La legna è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Risponde, invece, di furto aggravato D.P.A., 41enne di Porto Cesareo. Sul suo conto, i carabinieri cesarini hanno raccolto gravi indizi colpevolezza circa un episodio che risale al 30 dicembre scorso. Ovvero, si sarebbe introdotto nel deposito di una ditta con sede legale a Porto Cesareo e, dopo aver forzato un  baule metallico, avrebbe rubato una smerigliatrice del valore di 500 euro circa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento